Como, una ragazza di 13 anni violentata da due giovani ventenni

Una ragazza di origini nigeriane di 13 anni è stata violentata a Como da due suoi connazionali

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 1 giugno: meno positivi (+178) ma netto calo dei tamponi fatti (-30 mila)

I dati di oggi sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web, con meno positivi...

Coronavirus Lombardia 1 giugno, calano i positivi, ma 10 mila tamponi in meno

Sono in calo i nuovi positivi in Lombardia, con oggi un numero di nuovi contagiati pari a...

Lucca, scontro frontale moto: tre morti

Uno scontro frontale molto violento nella città di Capannori, in provincia di Lucca, tra due moto, ha...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Una ragazza di 13 anni è stata violentata da due ragazzi ventenni a Como, come ha affermato lei stessa dopo aver raccontato lei stessa ai genitori la violenza. I due giovani sono stati arrestati dalla Polizia per violenza sessuale su minore, avvenuta nella notte tra sabato e domenica. La ragazza è di origini nigeriane ed ha raccontato gli eventi che hanno portato alla violenza, iniziati alle 21.30 quando è stata avvicinata da uno dei due ragazzi di 20 anni, anche loro di origini nigeriane, il quale le ha rubato il cellulare. A quel punto la ragazza ha inseguito il giovane ventenne, arrivando sotto la sua casa, ma a quel punto è stata portata dentro con la forza dal ragazzo. Poco dopo è arrivato anche l’altro giovane, che si è unito alla violenza.

La giovane di 13 anni ha spiegato che una volta dentro la casa del ragazzo ha subito violenze da parte di entrambi. Verso le ore 6 del mattino la ragazza è riuscita a scappare dalla casa, recuperando il cellulare, mentre i due giovani dormivano. I genitori avevano già denunciato la scomparsa della ragazza alla caserma dei carabinieri di Cantù, ma la ragazza non ha spiegato subito le violenze subite, cosa che ha fatto poi lunedì pomeriggio, dopo essere tornata da scuola.

A quel punto la madre insieme a due familiari si sono recati nella casa dei due giovani di 20 anni, dove è nata una rissa, che ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Polizia, che è intervenuta arrestando i due giovani, mentre la ragazza è stata portata in ospedale, dove i medici hanno confermato la violenza sessuale. Gli agenti della Polizia hanno sequestrato anche i vestiti e le lenzuola nell’appartamento dei due ragazzi, i quali avevano ancora delle tracce ematiche e biologiche, contestuali alla violenza sessuale. Successivamente il Pm di turno ha confermato la misura cautelare di arresto, in attesa di ulteriori indagini.

SEGUICI SUI SOCIAL

2,744FansLike
2,360FollowersFollow
384FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 1 giugno: meno positivi (+178) ma netto calo dei tamponi fatti (-30 mila)

I dati di oggi sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web, con meno positivi...

Coronavirus Lombardia 1 giugno, calano i positivi, ma 10 mila tamponi in meno

Sono in calo i nuovi positivi in Lombardia, con oggi un numero di nuovi contagiati pari a 50, ma solo con 3...

Lucca, scontro frontale moto: tre morti

Uno scontro frontale molto violento nella città di Capannori, in provincia di Lucca, tra due moto, ha creato tre decessi. Tutte le...

Napoli, crolla muro: morti due operai

Sono morti due operai a Napoli che stavano lavorando alla realizzazione di un muro di contenimento in un cantiere di Pianura, quartiere...

Usa, continuano le proteste. Arrestata figlia di De Blasio

Continuano le proteste negli Usa per la morte dell'afroamericano George Floyd, con molti arresti dopo che la manifestazione si è accentrata davanti...

Altri articoli