Donald Trump: “I curdi non ci hanno aiutato in Normandia”

Il presidente americano ha giustificato il ritiro delle truppe con il non aiuto dei curdi in Normandia

Da leggere

I libri di politica più venduti del mese: Calenda supera Renzi. Veronesi il più ambito

Nell'ultimo mese sono stati presentati diversi libri di politici di spicco, a partire dal nuovo libro di...

PlayStation Plus, da oggi disponibili i giochi mensili gratis per il download

Sono stati resi disponibili sul PlayStation Store i giochi mensili di luglio 2020, che in questo caso...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 8 luglio: altri 193 casi positivi, quasi 35 mila morti

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
Lenovo

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha difeso la sua decisione di ritiro delle truppe americane dal confine tra Siria e Turchia, che ha aperto le porte all’esercito turco, spiegando che i curdi non avevano aiutato gli Alleati in Normandia, durante la Seconda Guerra Mondiale. La scelta di Trump ha consentito all’esercito turco di avanzare nel confine del Nord della Siria ed iniziare l’offensiva contro i curdi, che avevano cooperato con gli Usa nella lotta contro l’Isis.

“I curdi non ci hanno aiutato in Normandia per esempio, non erano lì”, ha detto Trump, citando anche altre battaglie della Seconda Guerra Mondiale. Il presidente degli Stati Uniti ha fatto notare i molti miliardi spesi per la guerra in Medioriente: “Abbiamo speso un’enorme quantità di denaro nella guerra con i curdi. Loro stanno combattendo per la loro terra. Stavano combattendo con gli Usa, si. Ma combattevano per la loro terra”, questa la posizione di Trump, in un’ottica di riduzione dell’impegno militare, come era avvenuto anche in Libia, con la conseguente offensiva di Haftar dopo il mancato supporto militare ad al-Serraj degli Stati Uniti.

La lotta all’Isis

Secondo alcune stime, i curdi hanno perso circa 11mila combattenti nella lotta all’Isis, con la recente conquista di Raqqa, considerata la capitale dello Stato Islamico, effettuata al fianco degli Stati Uniti. Trump ha citato un articolo sul ruolo dei curdi nella guerra in Normandia, dello scrittore Kurt Schlichter.

“Le alleanze sono semplici, ma i nostri alleati hanno ottenuto dei vantaggi dalla nostra presenza militare. Se guardate quanto spendiamo sulla Nato, è molto meno di quanto spendono i Paesi europei, i quali hanno maggiori benefici della nostra presenza in Medioriente”, questa la risposta ai cronisti di Trump, sulle accuse legate alla decisione esecutiva che ha portato al ritiro delle truppe americane dal confine a nord della Siria.

Sui prigionieri dell’Isis che erano in mano ai curdi, Donald Trump ha spiegato che sono stati trasportati in località sicure, senza spiegare quanti erano e dove sono stati portati.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,928FansLike
2,360FollowersFollow
389FollowersFollow

Ultime notizie

I libri di politica più venduti del mese: Calenda supera Renzi. Veronesi il più ambito

Nell'ultimo mese sono stati presentati diversi libri di politici di spicco, a partire dal nuovo libro di...

PlayStation Plus, da oggi disponibili i giochi mensili gratis per il download

Sono stati resi disponibili sul PlayStation Store i giochi mensili di luglio 2020, che in questo caso fanno riferimento ai dieci anni...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 8 luglio: altri 193 casi positivi, quasi 35 mila morti

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è stato un...

Recovery Fund, Conte e Sanchez: “Approvazione entro la fine del mese”

Spagna ed Italia hanno chiesto l'approvazione del Recovery Fund, che ora è stato denominato "NextGenerationEU" entro la fine del mese. Inoltre c'è...

Altri articoli