UniCredit, dal 2020 ci saranno tassi di interesse negativi oltre i 100mila euro

UniCredit inizierà ad avere tassi di interesse negativi sui conti correnti dal 2020

Da leggere

Ponte Genova, la gestione diventa un caso: sarà di Autostrade

La gestione del nuovo ponte di Genova diventa un caso, con l'affidamento dell'opera ad Autostrade, come confermato...

Coronavirus, Oms: “La pandemia sta accelerando”

L'Organizzazione mondiale per la Sanità ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla pandemia da coronavirus, spiegando come l'andamento sia...

Spread Btp-Bund 8 luglio: apertura stabile a 170 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 8 luglio ha aperto in maniera stabile a 170 punti base, come...
Lenovo

Un annuncio a sorpresa di UniCredit, uno degli istituti bancari più solidi in Europa, che ha spiegato come dal 2020 i tassi di interesse sui depositi oltre i 100mila euro diventeranno negativi. Significa che non si guadagnerà più lasciando i propri risparmi in banca, ma, anzi, si pagherà qualcosa. Per ora questa misura è stata annunciata solo per i conti correnti oltre i 100mila euro di deposito, quindi i correntisti “medi” non dovrebbero rientrare in questo cambiamento, destinato a condizionare il modo in cui i clienti terranno i propri risparmi. UniCredit risponde così alle azioni prese dalla Bce, che tassa negativamente i depositi e questo si andrà a ripercuotere anche nei correntisti.

Era un’ipotesi portata avanti da Jean Pierre Mustier, neo presidente della Ebf, la federazione europea delle banche. La conferma è arrivata dal Ceo di UniCredit, Gae Aulenti, intervenuto su una tv francese, la Bfm: “I tassi negativi verranno trasferiti ai clienti, per importi superiori ai 100mila euro dal 2020. Stiamo lavorando per rendere effettive queste misure già dal prossimo anno”. Questa è una conseguenza diretta dell’operato della Banca centrale europea, che ha tassato i depositi, principalmente degli istituti bancari, che ora si rifanno sui clienti. L’obiettivo della Bce era quello di evitare di avere un grande numero di depositi, cioè di denaro che non circola nell’economia.

Varrà solamente per i grandi patrimoni (per ora)

Come precisato da Mustier, per ora non verranno toccati i depositi sotto i 100mila euro, ma solo i grandi patrimoni, per i quali verranno proposte alternative nella gestione della liquidità, con possibili investimenti: “Ai grandi patrimoni vanno offerte soluzioni alternative, come gli investimenti sui fondi di mercato senza commissioni”, ha spiegato il presidente della Ebf.

La questione rimarrà comunque all’istituto bancario, che per ora ha confermato che non verranno penalizzati i piccoli risparmiatori, che sono protetti anche dal fondo europeo di garanzia, una protezione contro le banche più vulnerabili, proprio fino a 100mila euro di garanzia. Ci potrebbero essere altri istituti bancari che potrebbero seguire la scelta di UniCredit.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,926FansLike
2,360FollowersFollow
389FollowersFollow

Ultime notizie

Ponte Genova, la gestione diventa un caso: sarà di Autostrade

La gestione del nuovo ponte di Genova diventa un caso, con l'affidamento dell'opera ad Autostrade, come confermato...

Coronavirus, Oms: “La pandemia sta accelerando”

L'Organizzazione mondiale per la Sanità ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla pandemia da coronavirus, spiegando come l'andamento sia in rialzo, tramite il direttore...

Spread Btp-Bund 8 luglio: apertura stabile a 170 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 8 luglio ha aperto in maniera stabile a 170 punti base, come era stato nella giornata di...

Isis, arrestato 30enne a Milano: “Grazie Allah per il Covid”

Un uomo di 30 anni è stato arrestato a Milano dai carabinieri del Ros e dal Comando provinciale, dopo che era arrivata...

Altri articoli