Foggia, uccide moglie e figlie e si suicida: era un agente penitenziario

Un umoo di 53 anni ha ucciso la sua famiglia con la pistola di ordinanza

foggia agente penitenziario uccide moglie figli

Un agente penitenziario ha ucciso la sua famiglia e poi si è tolto la vita, è accaduto a Orta Nova in provincia di Foggia. L’uomo, 53 anni, ha ucciso prima la moglie e poi le figlie di 12 e 18 anni durante la notte. Il fatto è accaduto nel pieno centro del paese di residenza della famiglia, in via Guerrieri.

Non sono state diffuse ancora le informazioni a riguardo del delitto-suicidio, ma sembra che l’uomo si sia svegliato nella notte ed abbia ucciso con la pistola di ordinanza la moglie di 54 anni, poi le figlie e successivamente si è suicidato. Prima di spararsi alla testa, avrebbe chiamato i carabinieri, avvertendoli dell’accaduto. Secondo quanto riferito dai medici, l’uomo sarebbe morto nell’ospedale Riuniti a Foggia, mentre la sua famiglia era già morta all’arrivo dei soccorsi. I carabinieri stanno indagando sulla dinamica dell’accaduto, per capire per motivazioni che hanno portato l’uomo al gesto.