Terracina, sparava ai braccianti per farli lavorare: arrestato

Un uomo di 35 anni è stato arrestato per minacce aggravate verso i braccianti agricoli

Da leggere

Ponte Genova, la gestione diventa un caso: sarà di Autostrade

La gestione del nuovo ponte di Genova diventa un caso, con l'affidamento dell'opera ad Autostrade, come confermato...

Coronavirus, Oms: “La pandemia sta accelerando”

L'Organizzazione mondiale per la Sanità ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla pandemia da coronavirus, spiegando come l'andamento sia...

Spread Btp-Bund 8 luglio: apertura stabile a 170 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 8 luglio ha aperto in maniera stabile a 170 punti base, come...
Lenovo

Un imprenditore agricolo di 35 anni di Terracina è stato arrestato dalle forze dell’ordine per aver sparato più volte verso i suoi lavoratori agricoli come incentivo ad un lavoro più veloce. È stato arrestato dalla Polizia di Terracina, che da alcuni mesi stava indagando sul caso e che ha dimostrato le intimidazioni armate che l’uomo perpetrava sui suoi braccianti. L’uomo sparava per accelerare il raccolto e la lavorazione dei prodotti, ora è accusato di sfruttamento di lavoro, minaccia aggravata dall’utilizzo di arma da fuoco e lesioni personali.

Inoltre i braccianti indiani che lavoravano per l’imprenditore agricolo erano sottopagati sotto i limiti imposti dalla normativa e venivano tenuti in condizioni degradanti. Avrebbe coinvolto anche dei caporali per il controllo del lavoro, oltre a delle residenze non a norma dove venivano fatti dormire i braccianti. Le indagini sono partite dalla denuncia di cinque lavoratori indiani, che hanno segnalato come venivano minacciati di continuo da parte del loro datore di lavoro, anche con colpi di pistola.

È stato riferito che dopo il licenziamento di uno degli operai, l’uomo si sarebbe presentato al residence dove venivano tenuti i braccianti ed avrebbe fatto fuoco ripetutamente senza colpire nessuno, ma puntando l’arma alla gola di alcuni braccianti. Sulle condizioni dei lavoratori agricoli era intervenuta di recente la ministra Teresa Bellanova, affermando che l’attuale legge sul caporalato andava migliorata e che non sarebbero state imposte nuove tariffe sui beni agricoli.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,926FansLike
2,360FollowersFollow
389FollowersFollow

Ultime notizie

Ponte Genova, la gestione diventa un caso: sarà di Autostrade

La gestione del nuovo ponte di Genova diventa un caso, con l'affidamento dell'opera ad Autostrade, come confermato...

Coronavirus, Oms: “La pandemia sta accelerando”

L'Organizzazione mondiale per la Sanità ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla pandemia da coronavirus, spiegando come l'andamento sia in rialzo, tramite il direttore...

Spread Btp-Bund 8 luglio: apertura stabile a 170 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 8 luglio ha aperto in maniera stabile a 170 punti base, come era stato nella giornata di...

Isis, arrestato 30enne a Milano: “Grazie Allah per il Covid”

Un uomo di 30 anni è stato arrestato a Milano dai carabinieri del Ros e dal Comando provinciale, dopo che era arrivata...

Altri articoli