Cina, Xi Jinping: “Sconfiggeremo il separatismo”

Il presidente cinese Xi Jinping ha escluso un intervento militare della Cina ad Hong Kong

Da leggere

Open Arms salva 73 migranti a largo della Libia

Un nuovo soccorso da parte della nave spagnola Open Arms, che ha salvato 73 migranti a largo...

Ocse alza la stima di crescita per l’Italia nel 2020

L'Ocse ha alzato le stime di crescita per l'Italia nel 2020 e 2021, rispetto alle ultime previsioni...

Oggi il voto su Rousseau per le elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria

Oggi si terrà sulla piattaforma Rousseau il voto del Movimento 5 Stelle per le elezioni in Emilia...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Il presidente della Cina, Xi Jinping, ha rilasciato delle dichiarazioni dure contro il separatismo, con la questione di Hong Kong che è arrivata fino a Pechino, con la minaccia di utilizzare l’esercito cinese per far scemare le proteste, che proseguono da diversi mesi. Il presidente cinese ha parlato a margine di una visita in Nepal, come ha riportato il ministero degli Esteri.

“Chiunque sia promotore del separatismo sarà ridotto in pezzi – ha dichiarato il presidente cinese – ogni forza esterna che supporta questa divisione della Cina sarà contrastata e si illude di potercela fare”. Xi Jinping ha poi incontrato il premier del Nepal, Sharma Oli, il quale ha rassicurato il presidente cinese che nessuna forza esterna utilizzerà il territorio del Nepal per portare avanti posizioni separatiste ed anti-Cina. In totale ci sono 20mila tibetani in Nepal, con il Governo comunista che ha una posizione di contrasto sull’intervento cinese.

Il problema principale della Cina rimane Hong Kong, che è tornata sotto l’autorità della Cina nel 1997 ed oggi gode di una buona autonomia. La Cina ha accusato alcune forze esterne, tra cui gli Stati Uniti, di favorire le proteste ed i manifestanti, con il rischio di un intervento militare da parte di Pechino. Al momento non è previsto un intervento militare da parte della Cina ad Hong Kong, che andrebbe a creare problemi anche dal punto di vista finanziario, visto il polo economico che è diventato negli anni Hong Kong.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,649FansLike
1,678FollowersFollow
305FollowersFollow

Ultime notizie

Open Arms salva 73 migranti a largo della Libia

Un nuovo soccorso da parte della nave spagnola Open Arms, che ha salvato 73 migranti a largo...

Ocse alza la stima di crescita per l’Italia nel 2020

L'Ocse ha alzato le stime di crescita per l'Italia nel 2020 e 2021, rispetto alle ultime previsioni dei mesi scorsi, che erano...

Oggi il voto su Rousseau per le elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria

Oggi si terrà sulla piattaforma Rousseau il voto del Movimento 5 Stelle per le elezioni in Emilia Romagna e Calabria, per decidere...

Ponte Morandi, il ministero sapeva dei rischi

Emergono nuovi dettagli sulle procedure burocratiche legate al crollo del Ponte Morandi, con le indagini della Procura che vanno avanti e con...

Ferrara, ragazzo di 22 anni uccide la nonna per una lite

Dramma a Ferrara, dove un ragazzo di 22 anni ha ucciso la nonna di 71 anni dopo una lite per soldi in...

Altri articoli