Incontro Trump-Mattarella, scontro sui dazi: “Basta ritorsioni”

Scambio di opinioni tra Trump e Mattarella sui dazi imposti dagli Stati Uniti

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 1 giugno: meno positivi (+178) ma netto calo dei tamponi fatti (-30 mila)

I dati di oggi sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web, con meno positivi...

Coronavirus Lombardia 1 giugno, calano i positivi, ma 10 mila tamponi in meno

Sono in calo i nuovi positivi in Lombardia, con oggi un numero di nuovi contagiati pari a...

Lucca, scontro frontale moto: tre morti

Uno scontro frontale molto violento nella città di Capannori, in provincia di Lucca, tra due moto, ha...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

È iniziato con lo scontro sui dazi l’incontro istituzionale tra il presidente americano Donald Trump ed il capo dello Stato italiano, Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica ha fatto presente i malumori italiani per l’introduzione dei dazi su alcuni prodotti alimentari, prevista dal 18 ottobre dopo l’ok del WTO. Donald Trump aveva provato a spiegare le motivazioni del provvedimento contro alcuni beni europei, in relazione al caso degli aiuti di Stato per Airbus, ma il capo dello Stato Mattarella ha chiesto la parola, interrompendo un discorso che stava andando avanti da oltre mezz’ora.

Il presidente Mattarella ha proposto un metodo “collaborativo”, in nome dell’alleanza atlantica, in modo tale da “evitare ritorsioni”. Una posizione netta di Mattarella, che mette nell’interno del suo discorso anche i possibili provvedimenti europei contro la Boeing, sui quali dovrà decidere nei prossimi mesi il WTO. Mattarella ha auspicato un punto d’incontro, da “perseguire subito”.

Trump ha subito risposto a Mattarella, sostenendo che i dazi imposti non erano una “ritorsione” ma una risposta agli aiuti di stato su Boeing: “Adesso siamo pari”, ha detto Donald Trump strizzando l’occhio ad un giornalista americano. Comunque il presidente americano ha replicato che verranno fatte attente valutazioni alle rimostranze di Mattarella.

Trump: “Rapporti ottimi con l’Italia”

Aldilà della questione dazi, il presidente Trump ha introdotto Sergio Mattarella come un uomo “molto rispettato”, sottolineando come i rapporti con l’Italia “non sono mai stati così buoni”. Il confronto è andato avanti in uno stile collaborativo.

La questione tra Turchia e Siria

Il presidente Donald Trump ha parlato anche delle operazioni militari che stanno avvenendo lungo il confine curdo: “La Turchia si lamenta di molte cose, ma siamo vicini ad un paese alleato e membro della Nato”, ha spiegato Trump, sottolineando che i curdi “non sono degli angeli”. Per Trump il conflitto deve essere risolto da Assad ed Erdogan, senza l’intervento degli Stati Uniti, “come molti hanno ipotizzato”. Domani ci sarà l’incontro ufficiale tra il vicepresidente Mike Pence e il presidente curdo Erdogan, come è stato annunciato negli ultimi giorni.

SEGUICI SUI SOCIAL

2,692FansLike
2,360FollowersFollow
384FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 1 giugno: meno positivi (+178) ma netto calo dei tamponi fatti (-30 mila)

I dati di oggi sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web, con meno positivi...

Coronavirus Lombardia 1 giugno, calano i positivi, ma 10 mila tamponi in meno

Sono in calo i nuovi positivi in Lombardia, con oggi un numero di nuovi contagiati pari a 50, ma solo con 3...

Lucca, scontro frontale moto: tre morti

Uno scontro frontale molto violento nella città di Capannori, in provincia di Lucca, tra due moto, ha creato tre decessi. Tutte le...

Napoli, crolla muro: morti due operai

Sono morti due operai a Napoli che stavano lavorando alla realizzazione di un muro di contenimento in un cantiere di Pianura, quartiere...

Usa, continuano le proteste. Arrestata figlia di De Blasio

Continuano le proteste negli Usa per la morte dell'afroamericano George Floyd, con molti arresti dopo che la manifestazione si è accentrata davanti...

Altri articoli