Carcere per evasori, come funziona e chi riguarda

Aumentate le pene per gli evasori fiscali, con riduzione delle soglie per le quali scatta il reato penale

Da leggere

Coronavirus, rinviata la gara tra Genoa e Torino. La Asl blocca l’allenamento del Genoa

Non si terrà la gara tra Genoa e Torino valida per la terza giornata di Serie A,...

Stato di emergenza, Conte: “Chiedere la proroga al Parlamento”

Il premier Conte ha anticipato che verrà chiesto al Parlamento di esprimersi sulla proroga dello Stato di...

Brexit, la Ue fa azione legale contro il Regno Unito: “Ha violato gli accordi”

L'Unione Europea ha lanciato un'azione legale contro il Regno Unito, per la violazione dell'accordo sulla Brexit. ne...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Una delle misure più discusse della nuova Legge di Bilancio 2020 riguarda il carcere per gli evasori, annunciato nei giorni scorsi dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, soddisfatto dell’approvazione del decreto, che cambierà il modo con il quale gli evasori potranno andare in carcere. Regole più rigide e sarà più difficile evitare il carcere per i grandi evasori. Aumenteranno i massimi della pena, da 4 a 8 anni, ma non sarà questo a rendere più difficile evitare il carcere per gli evasori fiscali, con gli aumenti di pena minima che potranno essere inflitti dalla magistratura. Tra pochi giorni entrerà in Gazzetta Ufficiale e diventerà legge.

Le persone attualmente in carcere per evasione fiscale sono molto poche, nonostante il reato già sia presente da anni nel sistema penale: 217 persone detenute a titolo definitivo e 64 perché imputate e soggette a misura cautelare. Rispetto al numero complessivo dei detenuti, si parla di una percentuale di 0,5% di detenuti per reati fiscali ad oggi. Inoltre c’è da considerare la differenza tra le sentenze per reati fiscali e la conseguenza permanenza in carcere: difatti molto spesso la questione si risolve con un patteggiamento, che evita il carcere. Nel 2017 secondo l’Istat sono stati in totale 3.222 i reati fiscali contestati.

Cosa introduce il nuovo decreto legge

Il decreto voluto specialmente dal Movimento 5 Stelle, oltre all’innalzamento delle pene, ha al suo interno la dichiarazione fraudolenta con uso di fatture inesistenti. C’è da considerare che la pena minima passa da un anno e sei mesi a 4 anni, un innalzamento corposo, che renderà più difficile il patteggiamento per chi si rende protagonista dell’evasione. Con l’innalzamento della pena minima sarà difficile anche utilizzare il rito abbreviato, che consente una riduzione di un terzo della pena, per cercare di ridurre ed azzerare la presenza in carcere, utilizzando anche le attenuanti del caso.

La dichiarazione infedele

Per quanto riguarda le dichiarazioni dei redditi infedeli, è stato cambiato il limite che rende penalmente rilevante il reato: da 150mila euro a 100mila euro, al di sopra del quale oltre ad essere punibile a livello amministrativo, l’evasore è punibile anche a livello penale. Per questo reato si ha una pena minima di 4 anni ed una massima di 8 anni.

Omessa dichiarazione del sostituto d’imposta

Anche per quanto riguarda il reato di omissione nel versamento delle ritenute la soglia viene portata a 100mila euro, mentre per il mancato versamento dell’Iva la soglia passa da 250mila a 150mila. Le pene vanno da un minimo di 4 anni ad un massimo di 6 anni.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,593FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, rinviata la gara tra Genoa e Torino. La Asl blocca l’allenamento del Genoa

Non si terrà la gara tra Genoa e Torino valida per la terza giornata di Serie A,...

Stato di emergenza, Conte: “Chiedere la proroga al Parlamento”

Il premier Conte ha anticipato che verrà chiesto al Parlamento di esprimersi sulla proroga dello Stato di emergenza, fino al 31 gennaio...

Brexit, la Ue fa azione legale contro il Regno Unito: “Ha violato gli accordi”

L'Unione Europea ha lanciato un'azione legale contro il Regno Unito, per la violazione dell'accordo sulla Brexit. ne ha dato comunicazione la presidente...

Lavoro, diminuisce la disoccupazione, ma mancano 350 mila posti da febbraio

Diminuisce la disoccupazione ad agosto, con oltre 80 mila nuovi occupati, per lo più uomini, ma ancora mancano 350 mila posti di...

Altri articoli