Decreto Fisco, sconti per le commissioni sui Pos per i commercianti

Nel decreto fiscale sarà inserita una norma per restituire il 30% ai commercianti sulle commissioni elettroniche

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 30 maggio: 33.340 morti, 232 mila contagiati

I dati di oggi 30 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. In Lombardia si...

Coronavirus, Bollettino Lombardia 30 maggio: tornano ad aumentare le morti

La Regione Lombardia ha rilasciato il bollettino quotidiano sul coronavirus, che mostra un incremento delle morti dalla...

Corte dei Conti: “Privilegiati grandi ospedali, territorio indifeso”

Dure accuse della Corte di Conti sull'emergenza da coronavirus che ha colpito l'Italia, mettendo sotto pressione il...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Erano stati annunciati ed ora sembrano arrivare gli sconti sulle commissioni sui Pos, molte contestate dai commercianti, specialmente dopo una Manovra 2020 che va nella direzione di incentivare il pagamento digitale, il che potrebbe penalizzare i commercianti e negozianti che si ritrovano a dover pagare una percentuale sugli importi digitali. Allo studio del Governo c’è un credito d’imposta al 30% per le commissioni pagate dai commercianti dal prossimo anno, in questa maniera potranno ricevere indietro una parte degli importi pagati ai circuiti bancari che gestiscono le transazioni elettroniche.

Le sanzioni sul Pos

Da luglio 2020 entreranno in vigore le sanzioni economiche per chi non accetterà i pagamenti digitali, con l’obbligo del Pos che era stato già introdotto negli scorsi anni, senza però inserire delle sanzioni. L’importo della multa per il commerciante sarà di 30 euro per ogni pagamento rifiutato ed il 4% dell’importo contestato.

Confermato il tetto al contante a 2.000 euro

Sarà abbassato il limite al contante fino a 1.000 euro in due anni, con la soglia che passerà a 2.000 euro per il 2020 e 2021, per poi arrivare a 1.000 euro. In questa maniera si vorrebbe incentivare l’utilizzo della moneta elettronica, così da ridurre il nero e produrre maggior gettito per lo Stato.

Detrazioni fiscali solo per i pagamenti digitali

Su questa linea verrà introdotta una norma per fare in modo che le detrazioni fiscali possano essere chieste solamente nel caso di pagamento elettronico. Questo Governo ha messo già mano alle detrazione, andando a modificare le soglie e limite oltre i quali non saranno più concesse le detrazioni, come era stato spiegato in questo articolo.

Aumento del prestito per Alitalia

Sarà aumentato il prestito ponte per Alitalia, dai 350 milioni di euro che erano stati ipotizzati nelle scorse settimane, ai 400 milioni, che dovrebbero garantire una continuità aziendale, in attesa della vendita della compagnia aerea, che per ora è stata rinviata.

SEGUICI SUI SOCIAL

2,355FansLike
2,360FollowersFollow
385FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 30 maggio: 33.340 morti, 232 mila contagiati

I dati di oggi 30 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. In Lombardia si...

Coronavirus, Bollettino Lombardia 30 maggio: tornano ad aumentare le morti

La Regione Lombardia ha rilasciato il bollettino quotidiano sul coronavirus, che mostra un incremento delle morti dalla giornata di ieri, mentre decrescono...

Corte dei Conti: “Privilegiati grandi ospedali, territorio indifeso”

Dure accuse della Corte di Conti sull'emergenza da coronavirus che ha colpito l'Italia, mettendo sotto pressione il sistema sanitario, specialmente quello del...

Riforma pensioni, ultime novità da Salvini: “Quota 100 prima tappa, ora Quota 41”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è tornato sul tema delle pensioni, durante un evento di presentazione del nuovo libro di Claudio...

F1, via libera al Gran Premio di Austria dal

Arrivato, come era stato anticipato nelle scorse settimane, il via libera del governo austriaco al Gran Premio d'Austria, da tenersi in due...

Altri articoli