Patuanelli: “Lo stabilimento di Whirlpool può ricominciare a produrre”

Il ministro Patuanelli ha spiegato la crisi di Whirlpool e gli altri casi aziendali

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 26 maggio: tornano ad aumentare i contagi

I dati sul coronavirus di oggi 26 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Fitch taglia il PIL dell’Italia: -9,5% nel 2020

Quello dell'Italia si ridurrà del 9,5%, una stima più negativa rispetto all'8% stimato in precedenza. Per quanto...

Sondaggi politici oggi 26 maggio: Azione supera Italia Viva

Secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi 26 maggio, realizzati dall'istituto SWG per il TG La7, il...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, è intervenuto alla trasmissione Agorà, su Rai Tre, per spiegare il caso Whirlpool, che ieri ha annunciato la revoca della cessione alla società Prs, che aveva sede a Lugano ed era stata molto criticata.

“Dobbiamo capire come intervenire per effettuare un cambio di prodotto, visto che quello attuale ha un problema di mercato. Voglio ringraziare tutte le parti sociali per l’atteggiamento che hanno avuto sul caso Whirlpool ed è la dimostrazione di come se si è dalla stessa parte si riescono ad ottenere i risultati”, queste le parole di Stefano Patuanelli.

“Una delle criticità era il nuovo prodotto, si passava da un tipo di produzione specializzata a degli elementi di carpenteria metallica e questo non lo potevamo accettare”, ha spiegato il ministro sull’acquirente Prs che si era ipotizzato nelle scorse settimane.

I tavoli di crisi

“Non esiste una procedura per l’apertura dei tavoli di crisi, ci sono tavoli aperti da dieci anni che sono di monitoraggio. Se la crisi non può essere gestita dalla Regione, viene chiamato in causa il Governo. I tavoli si aprono per accompagnare la crisi aziendale, ma non esiste una procedura standard. Fino a ieri non esisteva una struttura di crisi e con il decreto Crisi abbiamo creato una struttura all’interno del Mise che si occuperà delle crisi aziendali. Abbiamo alcuni canali che fanno parte dei contratti di sviluppo, ma sono strumenti ancora limitati. Nei prossimi mesi troveremo gli strumenti per assistere le aziende che si ritrovano in crisi”, ha sottolineato Patuanelli.

Il caso Fca-Peugeot

Sulla fusione tra le due società, oramai ufficiale, il ministro ha sottolineato il ruolo dell’Italia: “Noi abbiamo seguito le dinamiche di mercato che stanno portando due grandi gruppi ad una fusione paritaria. Noi chiederemo gli investimenti sugli stabilimenti previsti, l’unione di questi due gruppi andrà a costituire il quarto gruppo al mondo. La riduzione dei costi prevista non deve finire sugli stabilimenti italiani e non dovrà incidere sui lavoratori italiani”.

La vendita di Alitalia

Sulla vendita di Alitalia il ministro ha slegato i casi di Autostrade e Alitalia: “Atlantia ha deciso in maniera autonoma di entrare nel progetto Alitalia e della compagnia di bandiera. Il brand è molto apprezzato nel mondo, ci sono le condizioni per fare in modo che questo accada, con il consorzio che entro il 21 novembre dovrà presentare un’offerta inderogabile di acquisto. Stiamo seguendo con attenzione con i commissari, il Mise entrerà nelle funzioni di controllo sulla compagnia”.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,972FansLike
2,357FollowersFollow
379FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 26 maggio: tornano ad aumentare i contagi

I dati sul coronavirus di oggi 26 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Fitch taglia il PIL dell’Italia: -9,5% nel 2020

Quello dell'Italia si ridurrà del 9,5%, una stima più negativa rispetto all'8% stimato in precedenza. Per quanto riguarda l'Unione Europea, il calo...

Sondaggi politici oggi 26 maggio: Azione supera Italia Viva

Secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi 26 maggio, realizzati dall'istituto SWG per il TG La7, il partito di Carlo Calenda ha...

Elezioni, il governo conferma l’idea del 20 settembre

Il Governo ha confermato la volontà di effettuare un "Election Day" a settembre, come anticipato nei giorni scorsi, che vada a comprendere...

Scuola, il comitato scientifico boccia la proposta del ritorno a scuola per l’ultimo giorno

Il comitato scientifico ha bocciato la proposta che era arrivata nei giorni scorsi sul far andare a scuola per l'ultimo giorno i...

Altri articoli