Fermato un esponente dei Radicali

Arrestato un esponente dei Radicali italiani per legami con la mafia

Da leggere

Il primo treno ad idrogeno in Italia potrebbe arrivare nel 2021

In Italia il primo treno ad idrogeno potrebbe vedere la luce nel 2021, all'inizio dell'anno, quando ci...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 4 giugno: calano contagi (+177), ma diminuiscono ancora i tamponi

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 4 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Hong Kong, scontri per la manifestazione di Tienanmen vietata

Ci sono stati scontri a Hong Kong dopo il divieto di manifestare nel giorno dell'anniversario del massacro...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Un esponente dei Radicali, Antonello Nicosia, è stato arrestato per dei legami con il boss di mafia Matteo Messina Denaro. Sono cinque le persone arrestate in merito di un’operazione antimafia, con il capomafia di Sciacca, Accursio Dimino, ed Antonello Nicosia, che era membro del comitato nazionale dei Radicali italiani, sempre in prima linea per le lotte per i detenuti e per questo spesso in carcere. Proprio per questo secondo la Procura avrebbe fatto da tramite con alcuni detenuti per conto dei boss di mafia, alcuni dei quali già al 41 bis, portando messaggi ed ordini.

Aveva definito Matteo Messina Denaro, “il mio premier”, quando non sapeva di essere intercettato perché già all’interno di un’inchiesta per mafia. Ora è stato fermato per associazione mafiosa, inoltre è stato intercettato mentre parlava al telefono con il padrino di Castelvetrano, parlando anche di Messina Denaro, invitando alla cautela su di lui. Inoltre sono arrivati attacchi anche a Giovanni Falcone, la cui morte è stata definita da Antonello Nicosia “un incidente sul lavoro”.

Insieme all’esponente dei Radicali italiani è finito in carcere anche Accursio Dimino, il quale era stato scarcerato nel 2016 per due condanne per mafia, scontate interamente. Appena era uscito dal carcere era tornato come capomafia, 61 anni e fedele al clan di Matteo Messina Denaro. Anche per lui l’accusa è di associazione mafiosa.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,003FansLike
2,360FollowersFollow
388FollowersFollow

Ultime notizie

Il primo treno ad idrogeno in Italia potrebbe arrivare nel 2021

In Italia il primo treno ad idrogeno potrebbe vedere la luce nel 2021, all'inizio dell'anno, quando ci...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 4 giugno: calano contagi (+177), ma diminuiscono ancora i tamponi

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 4 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nella giornata di ieri...

Hong Kong, scontri per la manifestazione di Tienanmen vietata

Ci sono stati scontri a Hong Kong dopo il divieto di manifestare nel giorno dell'anniversario del massacro di Tienanmen, con molti arresti...

Primo caso di coronavirus nel pronto soccorso di Codogno, riaperto oggi

Un primo caso di coronavirus nel pronto soccorso di Codogno, che ha riaperto questa mattina dopo la chiusura del 21 febbraio scorso,...

La Bce aggiunge 600 al piano di acquisto titoli: netto calo dello spread

La Bce ha rafforzato il piano di acquisto di titoli denominato PEPP fino a giugno 2021, aggiungendo 600 miliardi di euro al...

Altri articoli