Iran pronto al disimpegno sul nucleare

Arrivato l'ordine del presidente Rohani per iniziare le centrifughe di arricchimento dell'uranio

ACQUISTI

Il presidente iraniano Hassan Rohani ha ripreso a parlare sul tema del nucleare, dopo aver annunciato durante l’estate il possibile disimpegno ed uscita dagli accordi del 2015. Oggi ha annunciato un nuovo passaggio nel disimpegno iraniano sul nucleare, con la ripresa dell’arricchimento di uranio, nello specifico avverrà nella stabilimento nucleare di Fordow. È stato lo stesso presidente iraniano a spiegare come oggi ha dato l’ordine all’Organizzazione iraniana per l’energia atomica di iniziare le mille centrifughe nell’impianto di arricchimento di Fordow. In questa maniera si otterrà del materiale utile da poter utilizzare anche in strumenti militari, cosa che gli altri Stati volevano evitare.

L’Iran aveva chiesto la risoluzione delle sanzioni imposte da Trump, facendo appello anche agli Stati europei, chiedendo alle parti dell’accordo nucleare del 2015 di farsi carico delle sanzioni Usa per quanto riguarda l’economia dell’Iran. Questo non è stato fatto ed oggi il presidente Rohani ha dato l’annuncio che era oramai atteso di arricchimento dell’uranio. Il presidente iraniano ha tenuto a sottolineare come il piano sia “reversibile”, lanciando un messaggio agli Stati presenti nell’accordo, affinché facciano la loro parte.

Il responsabile del programma nucleare, Ali Akbar Salehi, aveva rilasciato delle dichiarazioni nella giornata di ieri, spiegando come 60 centrifughe avanzate erano già attive, in violazione del Piano d’azione congiunto globale (JCPOA). L’Iran ha aumentato negli ultimi mesi la produzione di uranio, lanciando dei messaggi all’Unione Europea, cosa che però non ha portato ad una vera e propria risoluzione.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img