Torino, il caso monopattini: lascia il capo dei vigili ed un assessore

Si sono dimessi il comandante dei vigili di Torino e l'assessore alla Sicurezza

Da leggere

Conte terrà una conferenza stampa su proroga lockdown e Mes

Nel pomeriggio è attesa una conferenza stampa del premier Conte, con l'orario non comunicato dallo staff del...

Coronavirus, in Cina da oggi vietato mangiare cani e gatti

La Cina inizia a prendere delle contromisure dopo l'epidemia da coronavirus, partita dal consumo diretto di pipistrelli,...

Crimi: “Conte ci stupirà sul MES”

Il leader del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, ha commentato l'accordo raggiunto dall'Eurogruppo nella serata di ieri,...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

SEGUICI SUI SOCIAL

1,915FansLike
2,312FollowersFollow
364FollowersFollow

Il caso della multa ai monopattini elettrici sta generando il caos nel consiglio comunale di Torino, con le dimissioni del capo dei vigili, Emiliano Bezzon, che si è preso la responsabilità delle sanzioni, e successivamente quelle dell’assessore alla Sicurezza, Roberto Finardi. Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha promesso chiarezza sull’accaduto: “Spiegheremo gli errori commessi”, ha dichiarato ai cronisti nella giornata di oggi.

Il problema è stato generato dallo scontro tra il capo dei vigili Bezzon e l’assessore alla Viabilità, Maria Lapietra, che aveva autorizzato la sperimentazione dei monopattini elettrici. Si è venuta a creare una situazione nella quale due componenti del Comune portavano avanti istanze diverse, questo il nodo da chiarire, per capire cosa accadrà da oggi in poi e se sarà possibili utilizzare i monopattini elettrici in città.

Monopattini come motorini

All’origine delle sanzioni ci sarebbe l’equiparazione dei monopattini elettrici ai motorini, come aveva sostenuto il comandante dei vigili e per questo soggetti a multe. Due le sanzioni che sono state effettuate, nella giornata del 29 ottobre, che hanno destato stupore nell’opinione pubblica. C’è stata anche una terza sanzione, imposta il 30 ottobre. La causa della sanzione è stata la mancanza di libretto di circolazione, targa e dell’assicurazione, andando quindi a violare gli articoli 97 e 193 del codice della strada.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,915FansLike
2,312FollowersFollow
364FollowersFollow

Ultime notizie

Conte terrà una conferenza stampa su proroga lockdown e Mes

Nel pomeriggio è attesa una conferenza stampa del premier Conte, con l'orario non comunicato dallo staff del...

Coronavirus, in Cina da oggi vietato mangiare cani e gatti

La Cina inizia a prendere delle contromisure dopo l'epidemia da coronavirus, partita dal consumo diretto di pipistrelli, come affermato da diversi esperti...

Crimi: “Conte ci stupirà sul MES”

Il leader del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, ha commentato l'accordo raggiunto dall'Eurogruppo nella serata di ieri, con l'utilizzo del MES senza...

Spread Btp-Bund oggi 10 aprile: apertura stabile dopo Eurogruppo

L'apertura dello spread Btp-Bund di oggi 10 aprile è stabile rispetto alla chiusura di ieri, intorno ai 194 punti base. Dopo l'Eurogruppo...

Coronavirus nel mondo, raggiunte quasi le 100mila morti

Sono salite a 95mila le vittime da coronavirus nel mondo, con oltre 1,6 milioni di casi positive e quasi 50mila persone in...
realizzazione siti web economici wolfseo

Altri articoli