Da oggi i seggiolini anti abbandono diventano obbligatori

Scatta oggi l'obbligo di dotarsi di seggiolini anti abbandono

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 2 luglio: tornano ad aumentare morti e positivi

I dati di oggi 2 luglio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Marò, arbitrato dà ragione all’Italia

Dopo diversi anni il Tribunale arbitrale internazionale ha espresso parere favorevole sulle richieste italiane sul caso "Marò"....

Wiko Y61, lo smartphone economico (89 euro) dal display enorme

Il progetto legato al Wiko Y61, prodotto da un'azienda francese, ha attirato la curiosità di molti utenti,...
Lenovo

È partito l’obbligo di avere i seggiolini anti abbandono all’interno delle proprie vetture, per chi trasporta minori di 4 anni. La nota è del ministero dei Trasporti, che ricorda l’entrata in vigore della norma, in maniera tale che le famiglie possano adeguarsi e fornire i dispositivi di allarme ai propri seggiolini. Non è infatti necessario comprare un nuovo seggiolino, ma basterà dotarlo del dispositivo di sicurezza, acquistabile anche separatamente (qui un articolo dettagliato). Il nuovo Codice della Strada, infatti, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 ottobre e la legge prevede che 15 giorni dopo la pubblicazione entri in vigore, cioè il 7 novembre 2019.

Incentivo di 30 euro nel dl Fisco

Nel decreto Fisco è stato inserito un incentivo di 30 euro per sostenere l’acquisto di un dispositivo anti abbandono, da collegare ad un seggiolino già esistente. Sono previste delle multe per chi non mette in regola il proprio seggiolino, da 81 euro a 326 euro, con una decurtazione di 5 punti sulla patente.

Dal PD, con Ubaldo Pagano, fanno sapere di non essere d’accordo con le sanzioni, proponendo la sospensione: “Finché i cittadini non saranno informati sospendere le multe”.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,926FansLike
2,360FollowersFollow
388FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 2 luglio: tornano ad aumentare morti e positivi

I dati di oggi 2 luglio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Marò, arbitrato dà ragione all’Italia

Dopo diversi anni il Tribunale arbitrale internazionale ha espresso parere favorevole sulle richieste italiane sul caso "Marò". I giudici hanno riconosciuto l'immunità...

Wiko Y61, lo smartphone economico (89 euro) dal display enorme

Il progetto legato al Wiko Y61, prodotto da un'azienda francese, ha attirato la curiosità di molti utenti, alla ricerca di uno smartphone...

Bufera in Puglia, indagato assessore Pisicchio per scambio di voti

L'assessore regionale all'Urbanistica della Puglia, Alfonso Pisicchio, è stato raggiunto da un avviso di garanzia in merito ad un'inchiesta su fideiussioni false...

Altri articoli