Usa 2020, probabile candidatura di Bloomberg: si deve registrare entro oggi

Micheal Bloomberg vicino alla candidatura alle primarie dei dem

micheal bloomberg primarie democratici

A sorpresa potrebbe candidarsi Micheal Bloomberg alle primarie dei democratici per le elezioni presidenziali 2020. È stato tre volte sindaco di New York, 77 anni, è l’undicesimo uomo per capitale negli Stati Uniti, molto conosciuto per la sua agenzia di notizie e non è la prima volta che si propone di candidarsi alle primarie democratiche, ma non lo aveva mai fatto in passato.

Accolto con soddisfazione dagli altri sfidanti, con Elizabeth Warren che lo ha definito il “benvenuto”, mentre per Bernie Sanders “non è il cambiamento”. Non ha ancora commentato la vicenda Joe Biden, il candidato favorito per la vittoria alle primarie. Micheal Bloomberg si dovrà registrare entro oggi nello Stato dell’Alabama, dove si voterà il 3 marzo, la giornata dedicata alla votazione in quello stato. Secondo gli ultimi sondaggi non c’è un chiaro candidato in grado di battere Donald Trump. Si candidò nel 2001 alle municipali a New York con i Repubblicani, ma a causa di conflitti poi si ripresentò come indipendente.