Muro Berlino, Merkel: “Troppe vittime della dittatura”

La cancelliera tedesca ha tenuto un discorso per i 30 anni della caduta del Muro di Berlino

merkel muro berlino discorso

Oggi si celebrano i 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, che ha aperto la strada al mondo attuale, con le manifestazioni maggiori in Germania, con la cancelliera Angela Merkel che ha tenuto un discorso durante la commemorazione per i 30 anni dalla caduta. “Troppe vittime a causa della dittatura della Sed”, in riferimento al partito comunista della Ddr, con la cancelliera tedesca che ha dichiarato che queste persone non saranno dimenticate perché in cerca di libertà.

“Nessun muro che limiti la libertà è così largo da non poter essere sfondato”, queste le parole della Merkel, con riferimento ad una cappella, che si ritrovò nel mezzo del muro e fu “fatta saltare” dal regime perché impediva di sparare sui fuggiaschi: “Questo dimostra l’incocibilialità della dittatura con i principi di libertà e dei diritti umani”.

Oggi ha parlato anche il presidente tedesco, Frank-Walter Steinmeier, ricordando la voglia di libertà dei polacchi, degli ungheresi, dei cechi e degli slovacchi: “Senza di loro la rivoluzione pacifica nell’Europa dell’est non sarebbe stata possibile”.