Exit poll Spagna, calano i socialdemocratici, boom di Vox

Calo del partito del premier uscente Sanchez, boom di Vox

ACQUISTI

Oggi si sono tenute le elezioni in Spagna, quarta volta in quattro anni, a causa della crisi istituzionale che ha colpito il Governo Sanchez, il quale non è riuscito a formulare un accordo con Podemos e per questo non aveva la maggioranza. Per avere la maggioranza assoluta servono 176 seggi.

I primi exit poll mostrano un leggero calo per i socialdemocratici di Sanchez, con il 26,1%, in calo rispetto al 28,7% ottenuto alle scorse elezioni, ma in linea con i sondaggi. Stabile Podemos, al 14%, mentre è il centrodestra che avanza rispetto alle precedenti elezioni, con il Partito Popolare di Pablo Casado che è dato al 19,9%, rispetto al 16,7% delle scorse elezioni, mentre il partito nazionalista Vox è al 14,1%, in aumento anche lui di quattro punti percentuali. Calo per Ciudadanos, che è al 7,8%, mentre alle scorse elezioni prese il 15,9%.

Con questi numeri, con i socialdemocratici a circa 110-120 seggi, non ci sarebbe una maggioranza né con il centrodestra né con il centrosinistra, costringendo, forse, una larga alleanza tra socialdemocratici e popolari, in un momento comunque positivo per l’economia spagnola, data in crescita nei prossimi due anni e con la disoccupazione alta ma in costante calo.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img