Ilva, tolti gli emendamenti per reintrodurre lo scudo penale

Stoppati i due emendamenti di Italia Viva per ripristinare l'immunità

ACQUISTI

Non ci saranno gli emendamenti per ripristinare lo scudo penale dell’Ilva, proposti da Italia Viva e Forza Italia, sono stati fermati per estraneità con la legge di Bilancio. I due emendamenti erano stati proposti nei giorni scorsi, per risolvere la questione dell’Ilva, togliendo l’alibi ai proprietari di ArcelorMittal, i quali ieri hanno depositato la richiesta di recesso dal contratto di acquisto al Tribunale di Milano.

La Commissione Bilancio alla Camera non ha ritenuto ammissibili gli emendamenti, troppo fuori tema rispetto alla legge di Bilancio e per questo non ci sarà la votazione in Aula, che avrebbe potuto garantire lo scudo penale da ArcelorMittal.

I commissari non hanno presentato ricorso

Nei giorni scorsi era stato anticipato un ricorso dei commissari dell’Ilva, per contrastare il recesso di ArcelorMittal a causa della revoca dell’immunità. Inoltre i legali dell’Ilva presenteranno al Tribunale l’analisi del rischio per l’Altoforno 2, che è a rischio chiusura, per un’inchiesta giudiziaria che richiede la messa a norma ed in sicurezza, dopo l’incidente mortale del 2015, nel quale perse la vita Alessandro Morricella, mentre stava controllando la temperatura.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img