Cucchi, condannati a 12 anni i carabinieri responsabili del pestaggio

Condannati i carabinieri che hanno causato la morte di Stefano Cucchi

ACQUISTI

Sono stati condannati a 12 anni i carabinieri coinvolti nel pestaggio di Stefano Cucchi, Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro, nel processo riaperto pochi mesi fa per le rivelazioni di Francesco Tedesco, che rivelò i depistaggi, condannato anche lui a due anni e sei mesi per falso. L’accusa è quella di omicidio preterintenzionale, che ha portato alla condanna a 12 anni, dopo dieci anni dall’accadimento dei fatti, per i quali alcuni medici coinvolti sono stati assolti per prescrizione.

Nella sentenza viene richiesto anche un pagamento di 100mila euro per ogni genitore di Stefano Cucchi e per la sorella Ilaria. Inoltre Di Bernardo e D’Alessandro hanno ricevuto l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, mentre Roberto Mandolini, comandante interinale della stazione Appia è stato condannato a 3 anni ed otto mesi, oltre l’interdizione per cinque anni.

I legali dei carabinieri contestano la disparità di giudizio tra la sentenza per i medici, prescritti, e quella dei loro assistiti, che invece sono stati condannati alla pena richiesta dal Pm. Annunciato il ricorso in Appello, dove si cercherà di portare la prescrizione per il reato, come è stato per i medici.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img