Calabria, traffico illecito di beni archeologici: oltre 100 arresti

Oltre 100 arresti in Calabria per traffico di beni culturali

ACQUISTI

Oltre 100 arresti e misure cautelari in Calabria per un traffico illecito di beni archeologici, ricavati da scavi clandestini da alcuni gruppi legali alla criminalità, che avrebbero poi rimesso in commercio quello che era stato trovato. Quattro persone sarebbero state rintracciate in Serbia, Regno Unito, Germania e Francia. L’operazione è stata portata avanti dai carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, che hanno effettuato oltre 80 perquisizioni nelle abitazioni delle persone arrestate. Le misure cautelari sono state emesse dal gip del Tribunale di Crotone, con al centro delle indagini un’azienda che gestiva il traffico illecito di beni archeologici, ritrovati durante degli scavi clandestini.

Quest’inchiesta va avanti dal 2017, con recuperi di beni archeologici per vari milioni di euro. Complessivamente sono 123 le persone che sono state fermate dai carabinieri e che dovranno andare a processo.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img