Hong Kong, la polizia assalta il Politecnico e arresta gli studenti

Scontri nella notte ad Hong Kong

ACQUISTI

Duri scontri ad Hong Kong nella notte, con la polizia che è entrata all’interno del politecnico, dove sostavano diversi studenti, facendoli uscire e poi arrestandoli. Nella zona si sono riscontrati diversi incendi, con lanci di lacrimogeni e varie esplosioni, la protesta si è fatta più dura rispetto ai mesi scorsi, con la governatrice Carrie Lam determinata a non concedere le sue dimissioni ai manifestanti e per questo ha chiesto la linea dura alle forze dell’ordine. Nei giorni scorsi un poliziotto, finito in mezzo al caos della manifestazione, aveva sparato un colpo di pistola all’addome di uno studente, con il video che ha fatto il giro del mondo.

Nel Politecnico erano asserragliati circa 200 studenti, manifestanti nei cortei delle ore precedenti. Si sono sentite delle esplosioni all’interno della struttura, con 38 feriti e cinque persone in gravi condizioni. La polizia ha circondato il Politecnico, per evitare che gli studenti riuscissero a fuggire, ha poi arrestato chi era all’interno. I poliziotti hanno interrotto l’assalto, facendo uscire gli studenti e poi arrestandoli.

I manifestanti stanno ora creando nuovi blocchi stradali dopo la notizia degli arresti e della violenza della polizia nella notte. I cortei si sono spostati nella zona circostante. Sarebbero in corso delle trattative tra le autorità accademiche e le istituzioni, per la questioni legate al Politecnico.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 ottobre: oltre 3 mila casi positivi. Altri 24 morti

I dati di oggi 24 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img