ArcelorMittal, Gdf negli uffici. Pm: “Distratti beni”

Guardia di Finanza negli uffici dell'Ilva

ACQUISTI

La magistratura ha iniziato le indagini su ArcelorMittal e sui presunti fondi distratti dall’azienda franco-indiana, che è al centro delle cronache da quando ha manifestato l’interesse a revocare il contratto con lo Stato per l’Ilva. La Guardia di Finanza ha effettuato dei controlli nella sede di Taranto di ArcelorMittal, nella fabbrica ex Ilva. L’inchiesta è portata avanti dal procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, che sta gestendo questa fase di indagini, aperte nei giorni scorsi, che riguardano anche la volontà di chiudere gli Altoforni da parte di ArcelorMittal.

La Guardia di Finanza ha acquisito i documenti necessari alla Procura, per l’inchiesta sulla distrazione dei beni, in un fascicolo che per il momento non ha indagati scritti nel registro. L’ipotesi è quella di aggiotaggio.

SEZIONI

Ultime notizie

Fukushima, saranno riversate in mare le acque radioattive. Protestano Cina e Seul

Il Giappone ha deciso di procedere con il rilascio nell'Oceano Pacifico delle acque radioattive create dal disastro di Fukushima...