Hong Kong, continuano le proteste al Politecnico

Continuano le proteste ad Hong Kong tra studenti e polizia

ACQUISTI

Non sono finiti gli scontri al Politecnico di Hong Kong, dopo da giorni molti studenti si sono nascosti per evitare di essere arrestati dalla polizia dell’ex colonia inglese, con ora l’intervento cinese che diventa sempre più probabile. L’ambasciatore di Hong Kong a Londra, Liu Xiaoming, ha dichiarato che “Pechino non rimarrà a guardare se le violenze dovessero continuare”, facendo intendere che un intervento cinese ad Hong Kong ora non sembra così impossibile. Arriva però lo stop della Gran Bretagna a questa soluzione, che avverte la Cina a “non interferire” con la situazione ad Hong Kong. Il governo britannico ha fatto uscire una nota nella quale esprime la sua preoccupazione per la situazione ad Hong Kong, con il rischio di escalation.

Il Politecnico è diventata un punto di riferimento per gli studenti, con la polizia che ha accerchiato l’edificio e non permette a nessuno di uscire. Un tentativo di fuga è stato ripreso dalle telecamere, con degli studenti che corrono su un ponte ed alcuni di loro vengono fermati dalla polizia e successivamente arrestati.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img