Hong Kong, vincono i pro-democrazia alle elezioni municipali

Alle elezioni municipali hanno vinto i filo democratici

ACQUISTI

Un altro duro colpo per la governatrice Carrie Lam, che nelle elezioni municipali che si sono tenute ad Hong Kong, ha visto vincere il fronte anti-Pechino, con conseguenze che potrebbero portare alle sue dimissioni, come richiesto dai manifestanti da mesi. Per ora questa ipotesi è stata scartata, nonostante Carrie Lam abbia detto in serata che “i cittadini saranno ascoltati” e che quindi il risultato di queste elezioni municipali sarà preso in considerazione. Un messaggio inviato dai cittadini di Hong Kong anche al Partito comunista di Pechino, che Carrie Lam aveva scelto e che per ora sostiene, in attesa di ulteriori sviluppi sulla vicenda.

I manifestanti non sembrano voler mollare le loro attività, dopo gli scontri degli ultimi giorni avvenuti al Politecnico, con molti studenti barricati dentro ed altri arrestati dalla Polizia.

In totale su 452 seggi in palio nei 18 quartieri, 388 sono andati a esponenti democratici, che raccolgono nel complesso il 57% dei voti e quindi si possono considerare vittoriosi da questa tornata elettorale. Un segnale per il Governo, visto che alle urne sono andate anche persone che presumibilmente non sono mai scese in piazza.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 ottobre: oltre 3 mila casi positivi. Altri 24 morti

I dati di oggi 24 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img