Mes, Conte apre al rinvio della firma: “Non lo escludo”

Il premier ha aperto ad un rinvio della firma

ACQUISTI

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha aperto ad un possibile rinvio della firma del trattato sul Mes, il Fondo salva-stati, molto discusso nelle ultime settimane, con il Movimento 5 Stelle che si è opposto all’approvazione senza modifiche nei giorni scorsi. Le opposizioni hanno attaccato la maggioranza, per non aver reso emendabile il testo in Parlamento, con la contestazione al premier, accusato di aver “firmato una cambiale in bianco” da Lega e Fratelli d’Italia, cosa che ha più volte smentito.

“Non ci faremo fregare”

Il premier Conte ha spiegato che nella firma del trattato il Governo non si “farà fregare”: “Se tu mi porti un progetto, io non lo firmo in bianco. Ci sarà una discussione, non escludo nemmeno un rinvio”, ha detto ai cronisti che gli chiedevano un commento dopo la discussione in Aula.

La riforma della Giustizia

In ballo c’è anche la riforma della Giustizia, con l’arrivo della cancellazione della prescrizione dopo il primo grado di giudizio che entrerà in vigore dal primo gennaio 2020 e che il PD ed Italia Viva vorrebbero provare a cambiare. Il M5S si è opposto a rinvii o cambiamenti.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img