EGO International, le prospettive e i nuovi clienti del vino italiano

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Con l’avvicinarsi del nuovo anno, l’enologia italiana si prepara a festeggiare un traguardo speciale, quello dei dieci record consecutivi per quanto riguarda la vendita all’estero di bottiglie italiane. La crescita dell’enologia del Belpaese nel mondo è un trend che non sembra essersi mai arrestato, una voce dell’export nazionale che continua a maturare risultati importanti e positivi. Le ultime recensioni arrivano dallo studio dell’Osservatorio Vinitaly-Nosima Wine Monitor, che esprime opinioni interessanti e un dato estremamente significativo: è del 2,9% la crescita dell’export rispetto all’anno precedente. Commenti positivi ai quali si aggiungono quelli delle agenzie italiane impegnate in prima persona nel settore dell’internazionalizzazione e nella consulenza per la vendita all’estero. Esemplari le recensioni di EGO International, compagnia di Rimini che ha spesso evidenziato le buone potenzialità che il mercato internazionale offre alle cantine più intraprendenti dello Stivale. La forza dell’enologia italiana si esprime anche nella capacità di superare i confini del Vecchio Continente – per molti settori ancora lo sbocco di esportazione principale – per maturare risultati particolarmente positivi anche nelle Americhe.

L’importanza del mercato americano secondo EGO International

EGO International indica proprio gli Stati Uniti come uno dei mercati più interessanti. Opinioni avvalorate dai trend di quest’anno: si pensi anche solo ai picchi registrati dalle vendite di spumante Made in Italy, con i clienti degli States che trainano l’export di un prodotto che ha saputo affermarsi, anche internazionalmente, come la bottiglia sinonimo delle festività natalizie. Interessanti gli approfondimenti di EGOInternational, che rivelano le potenzialità dei singoli Stati della federazione: nel contesto statunitense è il Texas, seguito dalla California, a giocare un ruolo predominante, consumando da solo il 7% del vino totale importato negli USA. Il punto di forza del prodotto, oltre naturalmente alla qualità, è la sua buona reputazione. Le bottiglie italiane sono viste dai clienti americani come simbolo di lusso ed esclusività.

I risultati dell’enologia italiana, i pareri di EGO International

Un aspetto sicuramente incoraggiante che emerge dalle recensioni e dalle opinioni degli esperti del settore è la variegata rappresentazione regionale nel paniere di bottiglie esportate. Da Nord a Sud, sono diverse le regioni che riescono a proporre con successo sul mercato le grandi etichette della propria tradizione enogastronomica. Posizione predominante è quella occupata dal Veneto, con il Prosecco che ha conquistato i palati dei clienti amanti delle bollicine: stando alle recensioni e ai dati condivisi da EGO International, il famoso vino frizzante rivaleggia con lo Champagne francese in Paesi come l’Inghilterra e gli Stati Uniti. Fondamentali anche la Toscana e il Piemonte, patria di alcune delle bottiglie più prestigiose dello Stivale. Le recensioni di EGOInternational indicano anche gli ottimi numeri della Sicilia, una delle regioni con la più alta superficie vitata. Lo stato dell’enologia italiana è dunque buono, e il trend resta positivo. I mercati oltre confine, oggi accessibili per le cantine anche attraverso canali di vendita digitale e marketplace come Amazon e Facebook, promettono ottimi risultati alle realtà produttive e agli imprenditori che meglio sapranno affrontare le sfide dell’internazionalizzazione. Un’opportunità interessante per l’export del Paese.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,592FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un punto percentuale rispetto all'ultima rilevazione,...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il video che è diventato virale...

Concorso straordinario della scuola: si terrà il 22 ottobre

Il concorso straordinario della scuola per i docenti delle medie e superiori si terrà il 22 ottobre. Sarà destinato ai docenti con...

Altri articoli