Governo, caos dopo le dimissioni di Fioramonti

Dopo le dimissioni di Fioramonti il Governo è nel caos

ACQUISTI

Il Governo Conte è ancora nel caos dopo le dimissioni del ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, che le aveva annunciate nell’ambito dei fondi legati alla scuola, non inseriti in Manovra di Bilancio. Il Governo dovrà sostituire Fioramonti, con uno scontro interno al Movimento 5 Stelle che sta andando avanti da alcune settimane, con Grillo che può contare su alcuni parlamentari a lui vicini, mentre Casaleggio e Di Maio vorrebbero tornare al voto per poter fare loro le liste.

Verifica di Governo nel 2020

Come richiesto dal PD ci sarà una “verifica di governo” a gennaio 2020, per capire come andare avanti con il Governo Conte ed eventualmente stilare un nuovo accordo di maggioranza, il quale potrebbe essere molto simile al “Contratto di Governo” del primo esecutivo della legislatura tra Movimento 5 Stelle e Lega. Il Partito Democratico vorrebbe portare avanti la durata del Governo, ma iniziano ad emergere voci di un ritorno al voto, anche per cambiare deputati e senatori, eletti sotto la segreteria di Matteo Renzi, poi uscito dal PD. Italia Viva ha ribadito la volontà di arrivare almeno fino al 2022 per eleggere un Presidente della Repubblica che non sia sovranista, cosa probabile se si tornasse al voto con questi sondaggi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img