Morte Gaia e Camilla, l’amica: “Giocavamo al semaforo”

Emergono nuovi dettagli sulla morte delle due ragazze

ACQUISTI

Emergono nuovi dettagli sulla morte delle due ragazze in Corso Francia, per lo scontro con l’auto di Pietro Genovese, che al momento è agli arresti domiciliari, in attesa degli interrogatori di garanzia, che avverranno il 2 gennaio. Secondo quanto emerso da un’amica delle vittime, molti giovani “giocavano” al semaforo di Corso Francia, sfidandosi ad attraversare in maniera avventurosa. Ci sarebbero anche dei video finiti online messi da alcuni ragazzi. Questa versione potrebbe andare a favore del ragazzo ventenne, che ha dichiarato dall’inizio l’impossibilità di evitare le due ragazze, nonostante ci siano i test positivi all’alcol, con la soglia di 0,5 superata notevolmente.

Per ora il ragazzo resta agli arresti domiciliari, ma i nuovi dettagli dovranno essere vagliati dagli inquirenti, che dovranno formulare un’accusa. La rilevazione è stata data da Cecilia, amica di Gaia, che ha spiegato come molti cercavano di attraversare quella strada per sfidarsi tra loro.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img