Iraq, attaccata da manifestanti l’ambasciata USA a Baghdad

Attacco all'ambasciata americana in Iraq

ACQUISTI

L’ambasciata USA a Baghdad, in Iraq, è stata presa d’assalto dai manifestanti, che protestano contro i raid con cui gli americani hanno risposto a dei razzi arrivati da Kirkuk. I militari americani hanno lanciato dei gas lacrimogeni verso i manifestanti, per cercare di farli disperdere. L’ambasciatore degli Stati Uniti a Baghdad ha lasciato la sede.

I manifestanti sono dei supporter delle milizie irachene e si sono radunati in migliaia alla sede dell’ambasciata americana a Baghdad. Non risultano esserci feriti per il momento. Gli attivisti stavano partecipando ai funerali dei 25 combattenti che sono stati uccisi dal raid americano. Sono a supporto delle milizie filoiraniane legate a Kataib Hezbollah e gli scontri armati si erano svolti al confine tra Iraq e Siria. I manifestanti hanno lanciato grida “Morte agli USA” e “No agli USA”, oltre ad altre contestazioni al presidente Trump.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img