M5S, espulso Paragone dai probiviri

Espulso Gianluigi Paragone dal Movimento 5 Stelle

ACQUISTI

Caos nel Movimento 5 Stelle dopo l’espulsione del senatore Gianluigi Paragone, per non aver votato la Legge di Bilancio 2020 nei giorni scorsi. La sua posizione era al vaglio del collegio dei probiviri del Movimento 5 Stelle, composto da Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone. La motivazione che ha portato all’espulsione di Paragone è stata attribuita alla mancanza del voto di fiducia alla Manovra.

Il voto della Legge di Bilancio

Già nei giorni scorsi c’erano state delle polemiche per i dissidenti del Movimento 5 Stelle che non hanno seguito le direttive del partito sulla votazione della Legge di Bilancio. Gianluigi Paragone aveva anticipato da mesi il suo voto contrario ad una Legge di Bilancio scritta insieme al Partito Democratico ed Italia Viva.

“Il M5S è morto”

Dure parole del senatore Paragone sul futuro del Movimento 5 Stelle: “Ci proveranno ad espellermi”, aveva detto il 20 dicembre in un’intervista al Quotidiano Nazionale. La notizia era attesa nelle ultime ore ed ora Paragone dovrà passare al Gruppo Misto del Senato.

Il caso Fioramonti

Negli ultimi giorni c’era stato il caso legato all’ex ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, anche lui dissidente e che si è dimesso a causa della Legge di Bilancio, accusando il Governo di non aver messo i 3 miliardi che aveva richiesto sulla scuola.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img