Salvini attacca il Governo: “Sul 5G pagati dalla Cina”. Patuanelli: “Non siamo come lui”

Salvini attacca il Governo sulla tecnologia 5G

ACQUISTI

Duro scontro tra le forze di maggioranza e il leader delle opposizioni, Matteo Salvini, sulla questione della tecnologia 5G. Per il leader del Carroccio il Governo starebbe facendo gli interessi della Cina. “Qualcuno paga perché qualcuno non capisca”, ha detto Salvini in riferimento agli accordi con Huawei per il 5G, ancora in fase di definizione da parte dell’esecutivo. “Il signor Grillo entra ed esce dall’ambasciata cinese, il mondo passa attraverso la tecnologia”, ha sottolineato il leader della Lega.

Patuanelli: “Salvini spieghi i soldi di Mosca”

Non si è fatta attendere la reazione delle forze di maggioranza, con il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, che ha risposto a Salvini citando il caso Mosca, con i presunti fondi russi arrivati alla Lega: “Non siamo mica al Metropol”, ha sottolineato il ministro. Uno scontro che vede protagonista specialmente il Movimento 5 Stelle, accusato di avere legami con la Cina, anche per alcuni finanziamenti che sono arrivati a Casaleggio ed alla fondazione legata a Rousseau, oltre che alla vicenda che ha visto Beppe Grillo essere ricevuto all’ambasciata cinese. Il Foglio aveva posto dei dubbi su alcuni post del fondatore del M5S riguardo la Cina nelle scorse settimane.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img