Partite Iva, il regime agevolato sarà tolto a 10mila persone

Oltre 10 mila persone non avranno più convenienza ad avere una Partita Iva, uscendo dalla "flat tax"

Da leggere

Stato di emergenza, Conte: “Chiedere la proroga al Parlamento”

Il premier Conte ha anticipato che verrà chiesto al Parlamento di esprimersi sulla proroga dello Stato di...

Brexit, la Ue fa azione legale contro il Regno Unito: “Ha violato gli accordi”

L'Unione Europea ha lanciato un'azione legale contro il Regno Unito, per la violazione dell'accordo sulla Brexit. ne...

Lavoro, diminuisce la disoccupazione, ma mancano 350 mila posti da febbraio

Diminuisce la disoccupazione ad agosto, con oltre 80 mila nuovi occupati, per lo più uomini, ma ancora...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Con l’approvazione della Manovra 2020 è stato formalizzato anche un cambiamento dei requisiti per accedere al regime forfettario al 15% per le Partite Iva, introdotto lo scorso anno dal primo Governo Conte. Oltre 10mila autonomi si vedranno cambiare il regime, che passerà al 41%, a causa dei nuovi paletti richiesti per accedere al vantaggioso regime fiscale. Il Governo ha anche fermato l’allargamento del regime forfettario alle Partite Iva fino a 100 mila euro di reddito, previsto nella Manovra dello scorso anno e che sarebbe dovuto entrare in vigore dal primo gennaio 2020, per un costo totale di 2 miliardi di euro.

I nuovi paletti

Le regole per accedere alla “flat tax” delle Partite Iva è stata cambiata per quanto riguarda le persone che hanno già un reddito da lavoro dipendente o assimilato. Dunque 10mila persone che lo scorso anno hanno avuto accesso al regime forfettario, ma avevano un reddito da dipendente, ora si vedranno togliere i vantaggi fiscali.

Secondo quanto prevede la norma c’è una soglia di 30mila euro per i lavori dipendenti, superata la quale si perdono i benefici del regime forfettario al 15 per cento.

Le statistiche

L’Osservatorio statistico dei consulenti per il lavoro ha stimato in 554.902 le persone che nel 2019 hanno aderito al nuovo regime forfettario, con un aumento annuale per quella fascia dell’11% rispetto al 2018. Chi percepisce un reddito da dipendente o da pensione non avranno più convenienza ad avere una Partita Iva e per questo si stimano 10 mila persone in meno dal prossimo anno che aderiranno al regime forfettario.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,593FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Stato di emergenza, Conte: “Chiedere la proroga al Parlamento”

Il premier Conte ha anticipato che verrà chiesto al Parlamento di esprimersi sulla proroga dello Stato di...

Brexit, la Ue fa azione legale contro il Regno Unito: “Ha violato gli accordi”

L'Unione Europea ha lanciato un'azione legale contro il Regno Unito, per la violazione dell'accordo sulla Brexit. ne ha dato comunicazione la presidente...

Lavoro, diminuisce la disoccupazione, ma mancano 350 mila posti da febbraio

Diminuisce la disoccupazione ad agosto, con oltre 80 mila nuovi occupati, per lo più uomini, ma ancora mancano 350 mila posti di...

Champions 2020/2021, oggi il sorteggio dei gironi

Oggi si terrà a Ginevra, in Svizzera, il sorteggio dei gironi in Champions League alle ore 17. I sorteggi decideranno gli otto...

Altri articoli