Napoli, ragazzi sequestrano ambulanza: è il quinto caso

Nuovo episodio di violenza a Napoli nei confronti di operatori sanitari

ACQUISTI

Un’altra aggressione a Napoli nei confronti di un mezzo del 118, con dei ragazzi che hanno sequestrato un’ambulanza con la forza, costrigendo il personale a soccorrere un loro amico che aveva subito una distorsione. Si tratta di un mezzo dell’ospedale Loreto Mare di Napoli, che ha dovuto soccorrere un ragazzo di 16 anni che aveva subito una distorsione al ginocchio.

Arrivata la denuncia di aggressione del mezzo di soccorso, per voce di Manuel Ruggiero, che ha fondato un’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” con il fine di denunciare le aggressione ai mezzi dell’autoambulanza. “Una vettura si trovava in Stazione Centrale per un intervento, è stata sequestrata da alcuni ragazzi, che sono saliti a bordo ed hanno costretto il personale ad intervenire per soccorrere un ragazzo di 16 anni. Il personale, giunto sul posto, è stato ricoperto di insulti da altre persone che si trovavano vicino al ragazzo, il quale è stato soccorso e riportava una lieve lesione”.

Dall’inizio dell’anno questo è la quinta aggressione a dei mezzi di soccorso a Napoli, come hanno spiegato molti utenti sui social, invitando ad agire anche il Governo Nazionale ed il ministro della Salute, Roberto Speranza.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img