Alitalia, Ferrovie: “Lufthansa non ci ha risposto, Atlantia condizionata”

L'amministratore delegato di Fs ha parlato della vicenda Alitalia

Da leggere

I libri di politica più venduti del mese: Calenda supera Renzi. Veronesi il più ambito

Nell'ultimo mese sono stati presentati diversi libri di politici di spicco, a partire dal nuovo libro di...

PlayStation Plus, da oggi disponibili i giochi mensili gratis per il download

Sono stati resi disponibili sul PlayStation Store i giochi mensili di luglio 2020, che in questo caso...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 8 luglio: altri 193 casi positivi, quasi 35 mila morti

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
Lenovo

L’amministratore delegato e direttore generale di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti, è intervenuto in audizione alla Commissione Trasporti della Camera sulla situazione legata ad Alitalia ed alla vendita alla cordata italiana. Molte le tematiche affrontate, dalla posizione di Atlantia a quella di altri partner internazionali, che sono stati cercati anche dal Governo per intervenire all’interno della compagnia.

“È emerso in maniera netta come l’operato di Atlantia nella vicenda fosse condizionato da fattori esterni”, ha dichiarato Battisti, in riferimento allo scontro dell’azienda con il Governo sulla questione delle concessioni di Autostrade. Ferrovie sarebbe dovuta entrare in Alitalia insieme ad Atlantia ed al ministero del Tesoro, oltre all’intervento di Delta per un 10%.

Il ruolo di Lufthansa

Il nome della compagna aerea tedesca era già emerso durante le interlocuzioni del Governo Gentiloni, con il lavoro dell’ex ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il quale ha confermato i contatti con Lufthansa, che però chiedeva un numero elevato di esuberi per comprare Alitalia. “Lufthansa non ci ha mai risposto in maniera formale alle nostre richieste, con l’intervento della compagnia tedesca che era stato consigliato da Atlantia, la quale riteneva Delta un partner non credibile”, questa la dichiarazione di Battisti sul ruolo di Lufthansa nella trattativa per Alitalia. Nei mesi scorsi erano emersi dei contatti con la compagnia aerea tedesca e la cordata, con la richiesta però di alcuni esuberi.

“Delta è rimasto l’unico interlocutore internazionale che è interessato a partecipare nella cordata, con l’investimento di 100 milioni di euro per avere una parte nella nuova compagnia. Si tratta di un investimento che poteva ampliarsi fino a 240 milioni di euro, con un valore complessivo in 4 anni stimato in 340 milioni di euro”, ha dichiarato Battisti in Commissione.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,928FansLike
2,360FollowersFollow
389FollowersFollow

Ultime notizie

I libri di politica più venduti del mese: Calenda supera Renzi. Veronesi il più ambito

Nell'ultimo mese sono stati presentati diversi libri di politici di spicco, a partire dal nuovo libro di...

PlayStation Plus, da oggi disponibili i giochi mensili gratis per il download

Sono stati resi disponibili sul PlayStation Store i giochi mensili di luglio 2020, che in questo caso fanno riferimento ai dieci anni...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 8 luglio: altri 193 casi positivi, quasi 35 mila morti

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è stato un...

Recovery Fund, Conte e Sanchez: “Approvazione entro la fine del mese”

Spagna ed Italia hanno chiesto l'approvazione del Recovery Fund, che ora è stato denominato "NextGenerationEU" entro la fine del mese. Inoltre c'è...

Altri articoli