M5S, l’85 per cento dei parlamentari è in regola con le restituzioni

Restituzioni del Movimento 5 Stelle in regola per 13 milioni di euro

ACQUISTI

Con una nota ufficiale il Movimento 5 Stelle ha reso nota la situazione legata ai rimborsi dei parlamentari, sui quali si era discusso negli ultimi giorni, con gli addii di alcuni deputati non in regola, come Santi Cappellano ieri. I probiviri del M5S hanno effettuato i controlli, come comunicato dai deputati Davide Crippa e Gianluca Perilli: “L’85% dei nostri parlamentari è in regola con le restituzioni”, hanno spiegato ai cronisti. Ci saranno dei “procedimenti” da parte dei probiviri

In totale sono stati restituiti più di 13 milioni di euro: “Con questi soldi possiamo aiutare le piccole e medie imprese, possiamo fare delle iniziative su scuola, sanità, alluvionati e altre famiglie”, hanno spiegato gli esponenti del M5S, nonostante di parli comunque di cifre esigue rispetto a quelle che sarebbero necessarie per affrontare seriamente i temi citati. Si tratta di operazioni simboliche che sono alla base dei valori del M5S e sulla base dei quali è nato come forza politica anti-sistema.

47 parlamentari non in regola

Secondo i controlli dei vertici del Movimento 5 Stelle sarebbero 47 su 312 i parlamentari non in regola che andranno incontro a dei provvedimenti. Non è chiaro quali saranno le sanzioni, visto che la maggioranza non può permettersi di perdere un numero tale di parlamentari. I soggetti esposti avranno dieci giorni, come comunicato dai probiviri, per comunicare le contro-deduzioni.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img