Reddito di cittadinanza, rischio sospensione per chi non aggiorna l’Isee

Richieste le nuove informazioni sul reddito ai cittadini percettori dell'assegno

ACQUISTI

C’è il rischio sospensione del Reddito di cittadinanza per chi non aggiornerà il suo Isee entro il 31 gennaio 2020, come ha scritto l’Inps sui suoi canali Facebook, per informare i percettori dell’assegno mensile. È necessario aggiornare i dati sull’Isee entro la fine del mese, per evitare che a febbraio venga sospesa l’erogazione dell’assegno. Occorre presentare la nuova documentazione ai centri Caf, per non rischiare di vedersi sospeso il Reddito di cittadinanza.

Questa richiesta è valida anche per chi percepisce la pensione di cittadinanza ed il bonus bebé 2020. I percettori di reddito di cittadinanza dovranno compilare il modello Isee 2020, che prevede la compilazione della Dsu, la Dichiarazione Sostitutiva Unica, nella quale è possibile trovare le informazioni su nucleo familiare, reddito e situazione dei patrimoni. Questa dichiarazione può essere inviata anche attraverso l’ente che eroga l’assegno mensile, il comune ed attraverso i servizi online offerti da Inps, collegandosi al sito ufficiale dell’Istituto di Previdenza Sociale.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img