Smentito il sequestro di Al Serraj in Libia

Smentita la notizia diffusa anche in Italia da fonti libiche

ACQUISTI

È stato smentito il sequestro del premier del Governo di Accordo Nazionale, Al Serraj, dopo che la notizia era stata diffusa in Italia anche da testate rinomate, come il Corriere.it, che citava delle fonti libiche, poi rivelatosi non affidabili. Il sequestro del premier del Gna, quello riconosciuto dalle Nazioni Unite, avrebbe creato sicuramente un’escalation militare, quella che proprio ieri il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha cercato di evitare, invitando Haftar ed Al Serraj a Roma, con quest’ultimo che ha annullato l’incontro per la presenza dell’altro leader.

Critiche dalle opposizioni per l’annullamento dell’incontro con Al Serraj, con la Lega e Forza Italia che hanno sottolineato l’inadeguatezza dell’esecutivo. “Non si convoca prima il generale e poi il presidente riconosciuto dall’Onu”, ha tuonato Maurizio Gasparri, mentre per il leader del Carroccio si è trattata di una “figuraccia”. Attacchi anche da Fratelli d’Italia, con Giorgia Meloni che auspica una soluzione e presenza italiana più forte in Libia.

Nella giornata di ieri era stato ricevuto a Bruxelles il presidente Al Serraj, che ha incontrato l’Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri, Josep Borrell, ed il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Escluso per ora l’intervento militare dell’Europa, che ha auspicato la soluzione diplomatica.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img