Libia, Haftar ha respinto la tregua: “Annientare milizie di Tripoli”

Haftar continua l'offensiva verso Misurata

ACQUISTI

Il generale Khalifa Haftar ha respinto la richiesta di tregua del presidente Al Serraj, del Governo di Accordo Nazionale, ufficialmente riconosciuto dalle Nazioni Unite. Ha rilanciato il conflitto, invitando le sue truppe ad “annientare le milizie di Tripoli”, facendo riferimento ai “seguaci” di Al Serraj, che difendono la città e che sono insediati specialmente a Misurata. La richiesta di tregua era stata portata avanti da Russia e Turchia, alla quale si era associato anche Al Serraj. “Ringraziamo la Russia per il sostegno, ma dobbiamo combattere il terrorismo”, ha riferito il portavoce dell’esercito di Haftar, Ahmed al Mismari. “Serve un processo politico”, ha detto il portavoce, sottolineando come la base per portare avanti questo obiettivo è “il disarmo di tutte le milizie”. Nei giorni scorsi Al Serraj ha annullato un incontro con il premier Conte, una vicenda che ha fatto molto discutere ed animato le critiche delle opposizioni, specialmente quelle di Salvini.

Un portale vicino ad Haftar parla di un attacco ad un’Accademia militare a Misurata dell’esercito del generale. Si tratta dell’Accademia di aviazione nella città della Libia più importante, perché qui ci sono le milizie che difendono Tripoli ed Al Serraj. Qualora Haftar dovesse riuscire ad avere la meglio a Misurata, si farebbe più difficile la situazione per Al Serraj ed il suo governo.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img