Cina, caso di polmonite misteriosa: una vittima

Un caso di morte per una polmonite misteriosa in Cina

ACQUISTI

Una persona è morta a causa di un caso di polmonite misteriosa, che si è sviluppata in Cina nell’ultimo mese. In totale ci sono ancora 41 persone ricoverate, di cui sette sono in gravi condizioni, mentre due sarebbero state dimesse e le altre sono in condizioni stabili. Secondo le autorità cinesi non ci sarebbero le prove di un contagio umano, come riferito lo scorso 3 gennaio dalle autorità sanitarie che si stanno occupando di questa vicenda.

Una polmonite misteriosa si è diffusa nelle ultime settimane, contagiando fino a 59 persone, che hanno mostrato gli stessi sintomi. Tutti avevano passato del tempo nel mercato del pesce di Wuhan lo scorso dicembre. Il ceppo del virus potrebbe essere partito dal mercato del pesce, per poi diffondersi in diverse persone, con una persona che sarebbe morta a causa delle infezioni riportate. La città di Wuhan ospita 19 milioni di persone, dove vengono venduti anche animali vivi oppure che arrivano da una battuta di caccia. Non ci sarebbero i controlli sanitari minimi e questo potrebbe aver influito sul diffondersi del virus.

Escluso il virus Sars

Per ora è stato escluso si tratti del virus Sars, che nei primi anni 2000 uccise oltre 700 persone, nella zona della Cina e di Hong Kong. Ci fu anche una vittima italiana, Carlo Urbani, che perse la vita a Bangkok durante il suo operato da medico.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img