Iran, aereo abbattuto: proteste in piazza contro il regime

Proteste in piazza a Teheran contro il regime

ACQUISTI

Dopo l’ammissione dell’errore dell’Iran sull’aereo precipitato nei giorni scorsi, abbattuto da un missile iraniano, ora i cittadini sono scesi in piazza contro il regime di Teheran. Si chiedono le dimissioni dei vertici del regime, oltre a chiedere giustizia per le vittime del Boeing 737 abbattuto per errore.

Le proteste in piazza

Molti iraniani sono scesi in piazza perché hanno ritenuto che le spiegazioni date fossero tardive. Hanno chiesto le dimissioni della Guida suprema Khamenei, dopo essersi riuniti nella zona dell’Università Amir Kabir, dove molte vittime iraniane che erano sull’aereo avevano studiato.

L’errore ammesso dall’Iran

Sotto il consiglio della Guida suprema Khamenei, l’Iran ha ammesso di aver abbattuto l’aereo Boeing 737 della compagnia ucraina, causando 176 vittime, tra cui iraniani, canadese, svedesi ed afghani. L’aereo passeggeri è stato scambiato per un missile da crociera americano: “Il sistema si era interrotto e c’erano 10 secondi per contattare il comandante. Il funzionario ha preso la decisione sbagliata”, questa la spiegazione ufficiale dell’Iran, arrivata dal generale iraniano della forza aerea delle Guardie della Rivoluzione Amir Ali Hajizadeh.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 24 giugno

I dati di oggi 24 giugno sul coronavirus in Lombardia sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img