Dazi, firmato accordo commerciale Usa e Cina

Firmati gli attesi accordi commerciali tra Usa e Cina

ACQUISTI

È stato firmato l’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina, che permetterà il libero scambio di alcuni beni senza ulteriori tariffe doganali. Soddisfazione all’interno dell’amministrazione americana, con il vicepresidente degli Usa, Mike Pence, che sottolinea il lavoro svolto dal presidente Trump: “È un bel giorno per gli Stati Uniti e per il Mondo intero”, queste le parole rilasciate ai cronisti.

A Washington c’era il vice-presidente cinese, Liu He, arrivato per la firma dell’accordo, mentre Xi Jinping è rimasto in Cina, per evitare di dare un’impressione di ruolo marginale all’interno dell’accordo firmato negli Stati Uniti e non in Cina. Il presidente Donald Trump ha ringraziato Xi Jinping: “Voglio ringraziare il presidente cinese, in un futuro non lontano andrò anche io in Cina”. Proprio la visita di Trump in Cina potrebbe far iniziare la “Fase 2” dell’accordo commerciale.

L’accordo commerciale

La firma dell’accordo farà cadere alcuni dazi americani messi su beni cinesi nei mesi scorsi, ma fino a novembre le tariffe rimarranno le stesse, senza un passo indietro degli Stati Uniti. A novembre, inoltre, si terranno anche le elezioni presidenziali, nelle quali l’accordo con la Cina potrebbe avere un ruolo fondamentale.

“I dazi che rimangono saranno rimossi se la Fase 2 con la Cina sarà conclusa”, ha detto il presidente Trump, facendo intendere che la seconda fase partirà a breve. La Cina aumenterà le importazioni dagli Stati Uniti, specialmente quelle legate ai prodotti agricoli, come la carne di maiale, pollame e grano. Complessivamente la Cina importerà 200 miliardi di dollari di beni nei prossimi due anni, mentre gli Stati Uniti non faranno partire le nuove tariffe al 15% che dovevano scattare lo scorso 15 dicembre, su circa 160 miliardi di dollari di prodotti cinesi. La Cina a questa minaccia aveva risposto con tariffe potenziali su oltre 3mila beni americani.

I dazi al 25% su 250 miliardi di dollari di beni cinesi rimarranno per ora, mentre saranno ridotte le tariffe sul resto dei prodotti cinesi al 7,5%.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img