Foggia, bomba davanti a centro anziani

Attentato bomba a Foggia davanti ad un centro anziani

ACQUISTI

Un nuovo avvertimento esplosivo a Foggia, davanti ad un centro anziani che è gestito dall’associazione “Sanità Più”, legata ad un manager preso di mira dalle cosche mafiose. Già l’attentato dello scorso 3 gennaio era indirizzato alla stessa persone, Cristian Vigilante.

La bomba è esplosa quando all’interno del centro anziani c’era solamente la donna delle pulizia, che è stata soccorsa dai mezzi del 118, ma non sarebbe in pericolo di vita. Dall’esplosione non sarebbe rimasta ferita. Ora le forze dell’ordine dovranno aprire un nuovo fascicolo sull’accaduto, in correlazione all’attentato dei giorni scorsi.

Il 3 gennaio c’era stato un attentato all’auto di Cristian Vigilante, con una bomba disposta sotto la sua auto. Il manager è testimone per la Dda contro la mafia e proprio la sua testimonianza potrebbe essere la motivazione di questi attentati.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img