Iran, Khamenei: “Attacco voluto da Allah, Trump è un pagliaccio”

La Guida suprema ha attaccato gli americani e l'Occidente nel primo sermone dopo il 2012

ACQUISTI

Nuovo scontro tra Iran e Stati Uniti, con la Guida suprema iraniana Khamenei, che è tornato a parlare del rapporto con l’Occidente e gli Usa. Ha fatto riferimento agli attacchi americani che hanno portato all’uccisione del generale Qassem Soleimani, al quale l’Iran ha risposto “per volere di Allah” con missili sulle basi aeree americane in Iraq. “Ci sono stati molti giorni amari, con un punto di svolta nella storia. Abbiamo avuto il giorno dei funerali di Soleimani e del giorno in cui le basi americane sono state attaccate. Questi episodi sono miracoli di Allah, che hanno mostrato il potere della nazione e che hanno procurato uno schiaffo in faccia agli Stati Uniti”, queste le parole della Guida suprema iraniana Ali Khamenei.

Si è trattato del primo sermone della Guida suprema dopo otto anni, durante la preghiera islamica nella città di Teheran. Da parte iraniana c’è soddisfazione nell’aver colpito “il prestigio dell’America”, con la contro-offensiva delle basi aeree. Molto popolato il luogo dove è avvenuto il sermone, con migliaia di cittadini che hanno preso parte all’evento, il quale è andato in onda anche sulla tv pubblica iraniana.

Khameni ha parlato della resistenza fatta da Mosé ai Faraoni, paragonando l’Iran al profeta, mentre gli Stati Uniti sarebbero raffigurati come il “Faraone”. “I bugiardi sono manipolati da pagliacci”, ha poi detto Khamenei nei confronti degli Stati Uniti e di Donald Trump.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 14 giugno: meno di mille casi. Netto calo dei tamponi

I dati di oggi 14 giugno sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img