La Corte Costituzionale ha bocciato il referendum della Lega

La Lega attacca la Consulta per la sentenza sul referendum

ACQUISTI

La Corte Costituzionale ha bocciato la richiesta di referendum della Lega sulla legge elettorale, per abrogare la parte proporzionale del Rosatellum, facendolo diventare un sistema maggioritario puro. Il referendum è stato ritenuto “inamissibile” e per questo non si terrà una tornata elettorale per decidere come andare a votare nei prossimi anni. Ora in Aula si sta discutendo il “Germanicum”, la legge proporzionale con soglia di sbarramento voluta da PD e Movimento 5 Stelle.

Il quesito era stato proposto da otto Regioni, tutte a guida del centrodestra e voleva abrogare le norme per l’assegnazione proporzionale dei seggi elettorali. La Corte Costituzionale ha spiegato che il problema principale era legato all’impossibilità di votare subito dopo l’abrogazione.

Salvini: “Vergogna”

Le opposizioni hanno criticato la sentenza della Consulta, con il leader della Lega che attacca la maggioranza: “È il vecchio sistema che si difende, PD e M5S sono attaccati alle poltrone”, sottolineando come si tornerà così alla “preistoria politica” sulla legge elettorale.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img