I protagonisti del 2020 nel tennis mondiale

Da leggere

Migranti, la nave quarantena arrivata a Porto Empedocle

La nave quarantena annunciata dal governo nei giorni scorsi, per la quale è stato effettuato un bando...

Sconto per chi paga con la carta: stanziati due miliardi di euro

Lo sconto per i pagamenti con la carta è in arrivo, con due miliardi di euro stanziati...

Coronavirus nel mondo, aumentano i casi positivi in tutti i Paesi

Sono in aumento i casi positivi da coronavirus in tutto il mondo, dopo aver superato i 18...

Il 2020 è iniziato da poco ma nel tennis già si inizia a fare sul serio, come lo dimostrano i recenti risultati dell’Australian Open in corso in questo momento. Il primo Grande Slam dell’anno è come sempre un indicatore di come i tennisti transizionino da un anno all’altro e di come coloro che abitano nell’emisfero nord reagiscano alle calde temperature australiane. Andiamo a vedere, dunque, chi saranno i grandi protagonisti dell’anno che è appena iniziato ed è sponsorizzato dalla marca automobilistica KIA.

Nadal e Djokovic, sempre loro

Nonostante ormai si avvicinino i 34 anni, Rafa Nadal continua a lottare per restare al vertice, dimostrando di avere ancora tanta benzina e tanta grinta per poter restare in cima alla classifica ATP. La sua vittoria agli US Open 2019 gli ha permesso, infatti, di scavalcare Novak Djokovic al primo posto del ranking mondiale e di tornare a guardare tutti dall’alto dei suoi 10.235 punti. Ciò nonostante il tennista di Maiorca, principale immagine di Nike, dovrà vedersela con il suo rivale serbo, quel Djokovic da sempre protagonista a Melbourne e dunque il principale favorito secondo le scommesse online di Betway con una quota di 2 il 23 gennaio. Sarà un duello appassionante tra i due grandi dominatori degli ultimi anni del tennis mondiale insieme a Roger Federer, che con il passare degli anni ha dovuto pagare a livello fisico ma continua a rendere ad alti livelli come possiamo evincere dagli ultimi risultati proprio di quest’edizione dell’Australian Open. Al di là di altri possibili outsider che proveranno ad inserirsi come Thiem o Medvedev, è più che plausibile che il titolo australiano finirà in mano di uno di questi tre fenomeni che hanno scritto la storia dell’era Open.

Gli italiani ci provano

Mentre Nadal, dall’alto della sua caparbietà ed efficacia, proverà ad eguagliare il record di Federer di 20 Slam vinti trionfando a Melbourne, un italiano che l’anno scorso ha sorpreso è però già uscito di scena. Si tratta di Matteo Berrettini, romano capace di fare il colpaccio pochi mesi fa e qualificarsi alle semifinali dello US Open 2019, un risultato storico per un tennista tricolore di 42 anni dopo lo stesso traguardo raggiunto da Corrado Barazzutti. Il romano, che ha nel mirino le prossime olimpiadi, proverà dunque a riprendersi quanto prima e puntare tutto sulla stagione di tornei su terra rossa che inizierà in primavera, quando tra Roma, Amburgo, Barcellona e Parigi potrà districarsi sulla superficie che preferisce. In una recente intervista, il suo allenatore Vincenzo Santopadre ha voluto spiegare come funzionano gli allenamenti con Berrettini, sotto la sua ala protettrice dal 2011 e ormai in grado di poter migliorare molto una serie di colpi. Chi invece proverà ad andare più avanti possibile in Australia è Fabio Fognini, da anni il più talentuoso tennista italiano in assoluto e capace anche di portarsi a casa lo scalpo di un fenomeno come Nadal l’anno scorso. Per il Fogna, ormai arrivato all’età di 32 anni, potrebbe essere un anno importante nel quale la motivazione è doppia dopo esser diventato papà.

L’ambizione di Tsitsipas

Il sesto posto del ranking ATP fotografa solo parzialmente il gran momento di Stefanos Tsitsipas, tennista greco capace di sorprendere tutti nelle Final del Master ATP 2019 imponendosi in finale sullo svizzero Dominic Thiem dopo una strepitosa rimonta. Si tratta secondo gli addetti ai lavori del miglior talento in erba di tutti, con la vittoria di Londra che lo proietta alla grande verso il futuro. Ad appena 21 anni l’ellenico rappresenta dunque il nuovo che avanza e che proverà a fare la festa ai terribbili vecchietti Nadal, Federer e Djokovic. Le speranze per lui di trionfare in un grande appuntamento sono tante, visto il suo exploit di Londra alle Finals. Il talento c’è, la determinazione anche, il che significa che Tsitsipas dovrà soltanto trovare la continuità di rendimento adatta per riuscire ad imporsi nel lungo periodo. Già molto maturo, come dimostrano i suoi comportamenti in campo, il greco punterà subito a un titolo importante.

Con queste premesse, il tennis del 2020 sarà verosimilmente adornato da una serie di tornei di prim’ordine nei quali la grande varietà di favoriti al titolo potrà offrire uno spettacolo unico e sempre dinamico.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,550FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Migranti, la nave quarantena arrivata a Porto Empedocle

La nave quarantena annunciata dal governo nei giorni scorsi, per la quale è stato effettuato un bando...

Sconto per chi paga con la carta: stanziati due miliardi di euro

Lo sconto per i pagamenti con la carta è in arrivo, con due miliardi di euro stanziati per aiutare in primis bar...

Coronavirus nel mondo, aumentano i casi positivi in tutti i Paesi

Sono in aumento i casi positivi da coronavirus in tutto il mondo, dopo aver superato i 18 milioni di casi positivi nelle...

Spread Btp-Bund oggi 3 agosto: lieve aumento a 160 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 3 agosto ha aperto in lieve rialzo rispetto alle medie della scorsa settimana a 160 punti base....

Altri articoli