Assalto a portavalori su A1: inferno di fuoco

Agguato sull'autostrada A1 ad un portavalori

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 aprile: 15.887 morti, 128mila contagiati

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha fornito gli ultimi dati sulla diffusione del coronavirus in...

Coronavirus, Conte: “Non posso dire quando finirà il lockdown”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella giornata di oggi, dopo l'incontro per...

Coronavirus, decreto Aprile: liquidità, prestiti per le imprese. Novità e le misure in arrivo

Il Governo italiano sta per varare il decreto Aprile, con il quale intende fronteggiare la crisi economica...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

SEGUICI SUI SOCIAL

1,895FansLike
2,306FollowersFollow
364FollowersFollow

Una tentata rapina ha causato la chiusura di un tratto dell’Autostrada A1, con un agguato ad un furgone portavalori nel tratto di strada tra Lodi e Milano. I ladri hanno tentato la rapina dando fuoco a sei auto all’interno dell’autostrada, fallendo però il loro obiettivo, cioè un portavalori della ditta Battistolli. Sul posto sono giunti i mezzi dei vigili del fuoco, per domare le fiamme che stavano divampando in mezzo alla strada. Successivamente sono arrivate anche le forze dell’ordine, che hanno disposto la chiusura del tratto.

Secondo quanto rilevato dagli agenti ci sarebbero stati dei chiodi per terra, probabilmente per fermare le auto che accompagnavano il portavalori. Da quanto è emerso i rapinatori volevano creare due barriere di fuoco per fermare il portavalori, con impegnate circa dieci persone. Il furgone portavalori è riuscito però ad entrare in una stazione di servizio, trovando riparo. All’interno dell’area di servizio ci sarebbe stata anche una vettura della polizia e per questo i rapinatori hanno desistito dal loro agguato.

Non ci sarebbero vittime tra le guardie giurate. Questo episodio è simile ad un altro accaduto a novembre 2014, sempre sull’A1, con i rapinatori che anche in quel caso tentarono di fermare il portavalori con delle barriere di fuoco.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,895FansLike
2,306FollowersFollow
364FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 aprile: 15.887 morti, 128mila contagiati

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha fornito gli ultimi dati sulla diffusione del coronavirus in...

Coronavirus, Conte: “Non posso dire quando finirà il lockdown”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella giornata di oggi, dopo l'incontro per il decreto Aprile (qui le...

Coronavirus, decreto Aprile: liquidità, prestiti per le imprese. Novità e le misure in arrivo

Il Governo italiano sta per varare il decreto Aprile, con il quale intende fronteggiare la crisi economica a causa dell'epidemia da coronavirus....

Coronavirus, boom di multe nella giornata di sabato

Sono state molte le multe effettuate nella giornata di sabato, dopo le richieste del Governo di rimanere a casa nel weekend sono...

Caserta, morto il bambino di quattro anni caduto dalla finestra

È morto il bambino di quattro anni di origine romena caduto ieri pomeriggio da una finestra di via Roma, nel centro storico...
realizzazione siti web economici wolfseo

Altri articoli