Assalto a portavalori su A1: inferno di fuoco

Agguato sull'autostrada A1 ad un portavalori

ACQUISTI

Una tentata rapina ha causato la chiusura di un tratto dell’Autostrada A1, con un agguato ad un furgone portavalori nel tratto di strada tra Lodi e Milano. I ladri hanno tentato la rapina dando fuoco a sei auto all’interno dell’autostrada, fallendo però il loro obiettivo, cioè un portavalori della ditta Battistolli. Sul posto sono giunti i mezzi dei vigili del fuoco, per domare le fiamme che stavano divampando in mezzo alla strada. Successivamente sono arrivate anche le forze dell’ordine, che hanno disposto la chiusura del tratto.

Secondo quanto rilevato dagli agenti ci sarebbero stati dei chiodi per terra, probabilmente per fermare le auto che accompagnavano il portavalori. Da quanto è emerso i rapinatori volevano creare due barriere di fuoco per fermare il portavalori, con impegnate circa dieci persone. Il furgone portavalori è riuscito però ad entrare in una stazione di servizio, trovando riparo. All’interno dell’area di servizio ci sarebbe stata anche una vettura della polizia e per questo i rapinatori hanno desistito dal loro agguato.

Non ci sarebbero vittime tra le guardie giurate. Questo episodio è simile ad un altro accaduto a novembre 2014, sempre sull’A1, con i rapinatori che anche in quel caso tentarono di fermare il portavalori con delle barriere di fuoco.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Migranti, hotspot di Lampedusa pieno: oltre 1.700 persone ospitate

Il centro di accoglienza di Lampedusa è in difficili condizioni, dopo gli arrivi delle ultime 24 ore, con circa...
spot_img