Coronavirus, primo morto fuori dalla Cina

Una morte fuori dalla Cina confermata

ACQUISTI

È morta una persona nelle Filippine, dopo aver contratto il coronavirus nei giorni scorsi. Si tratta della prima vittima fuori dalla Cina, dove è nato il contagio e che ora è in stato di quarantena, con milioni di persone che non possono muoversi. Un uomo di 44 anni è morto, era un cittadino originario di Wuhan e che si trovava a Manila, dove era stato ricoverato il 25 gennaio. Preoccupazione da parte dell’Organizzazione mondiale della Sanità, con il rappresentante Gauden Galea che ha spiegato come i Paesi debbano essere pronti a fronteggiare il virus. È possibile che l’infezione esca dalla Cina, provocando delle vittime. In molte città c’è il coprifuoco, con un solo componente del nucleo familiare che può uscire ogni due giorni per acquistare beni di prima necessità.

Oltre 14mila casi

Ad oggi sono 14.300 le persone che mostrano infezioni da coronavirus, con oltre 2.500 casi confermati nelle ultime ore ed altri 45 morti, tutti nella provincia dell’Hubei.

Nuovo caso aviaria

Nello stesso momento è stato rilevato anche il virus H5N1, quello dell’aviaria, per questo sono stati abbattuti 20 mila polli nella città di Hunan.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img