Brexit, Johnson: “Pronti ad uscire senza accordo”

Boris Johnson minaccia il "No Deal" dal primo gennaio 2021

ACQUISTI

Si preconfigura uno scontro tra Regno Unito ed Unione Europea sugli accordi commerciali da trovare entro la fine dell’anno. Il premier britannico, Boris Johnson, ha avvertito che il suo Paese è pronto ad uscire senza accordo dal primo gennaio 2021: “Non ci piegheremo all’Ue, non abbiamo bisogno di un accordo di libero scambio”, ha sottolineato ai cronisti. Oggi ci sarà un discorso alla Nazione all’ora di pranzo italiana, per confermare questo principio che riguarda la fase di transizione con l’Europa fino alla scadenza del 31 dicembre 2020.

L’Europa chiede al Regno Unito di restare al fianco di alcune norme europee come quelle sugli aiuti di Stato, gli standard sociali e sanitari, oltre a quelli fiscali per fermare il dumping e la concorrenza tra Paesi. Il premier britannico userà l’arma del “no deal”, già usata in passato, per cercare di negoziare un accordo più favorevole al Regno Unito, altrimenti, dice, il suo Paese uscirà senza nessun accordo dal primo gennaio 2021. L’obiettivo di Johnson è quello di arrivare ad un accordo su commercio e pesca, il tema principale per molte persone che hanno votato per la Brexit, soprattutto nella zona meridionale del Regno Unito, come a Sunderland.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img