Coronavirus ultimissime, arriva il decreto: stop ad eventi. Primi due casi a Venezia – DIRETTA

Misure restrittive per il coronavirus in Italia

Da leggere

Sondaggi politici elettorali 5 agosto: Fdi guadagna un punto e mezzo dalla Lega

I sondaggi politici elettorali di oggi 5 agosto realizzati da Euromedia Research e pubblicati sul quotidiano "La...

Morto Sergio Zavoli, intellettuale della televisione

Morto nella giornata di ieri Sergio Zavoli, 96 anni, un giornalista molto popolare negli ultimi decenni che...

Migranti, dal 10 agosto riprendono i rimpatri in Tunisia: 80 persone a settimana

Raggiunto l'accordo con la Tunisia per il rimpatrio dei tunisini, con dei voli charter che riporteranno indietro...

Acquisti

Miglior climatizzatore senza unità esterna 2020, prezzi e confronto dei modelli

Con l'arrivo dell'estate sono iniziati gli acquisti dei climatizzatori, con un boom delle vendite per quelli senza...

Miglior condizionatore portatile 2020, Air Breeze è veramente il più economico?

Con l'arrivo della stagione estiva, è aumentato anche l'interesse sui vari condizionatori in commercio, specialmente con il...

Bonus Climatizzatori 2020, ecco i migliori modelli da acquistare con la detrazione

Con il decreto Rilancio è stato aumentato il bonus per l'acquisto di un climatizzatore, compresi quelli con...

Il Governo ha deciso di intervenire sui casi di contagio in diverse Regioni italiane, con un totale di 76 contagiati. Sono 54 le persone contagiate nella sola Lombardia, con i primi due casi a Milano, che hanno costretto l’esecutivo a vietare le gite scolastiche, a chiedere lo stop di tre gare di Serie A e quello di alcune attività pubbliche.

Sono state rinviate Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari, secondo quanto richiesto dal ministro dello sport, Vincenzo Spadafora.

Il premier ha spiegato il decreto emesso nelle ultime ore: “Lo scopo è quello di tutelare gli italiani. Nelle aree del focolaio non sarà consentito l’ingresso e l’allontanamento”, questa la posizione del Governo in merito, che ha disposto l’istituzione di misure restrittive nelle aree del focolaio.


17.00 – Terza vittima a Cremona

Una terza vittima è stata registrata a Cremona, era ricoverata nel reparto di oncologia. La Regione Lombardia, insieme a Piemonte e Veneto ha chiuso scuole ed atenei per la giornata di domani. Anche il Duomo di Milano è chiuso al pubblico.

12.20 – Borrelli: “132 casi totali di coronavirus”

“Ci sono 132 persone positive al coronavirus, di cui due sono decedute. I numeri per la Lombardia sono 88, in Veneto 24, in Piemonte 6, in Emilia-Romagna 9 e 2 nel Lazio. Il totale delle persone che sono attualmente sotto osservazione sono 129, di cui 54 ricoverati negli ospedali con sintomi, 26 in terapia intensiva e gli altri in isolamento domiciliare”, queste le parole del capo della Protezione Civile Borrelli, durante la conferenza stampa tenuta pochi minuti fa.

“Ci sono oltre 3mila posti letto messi a disposizione dall’esercito, mentre dall’Aeronautica Militare 1789 posti letti”, questa la situazione delle strutture operative. “Non abbiamo problemi di strutture per il ricovero e l’assistenza. Abbiamo un numero di tamponi di oltre 3mila”, ha riferito Borrelli.


12.05 – Zaia: “Valutiamo sospensione Carnevale Venezia”

Il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, ha comunicato che si sta valutando la sospensione del Carnevale di Venezia, a causa dei casi di contagio che si stanno allargando alla provincia veneziana, con due casi al centro storico ed uno a Mira.


12.00 – Caso confermato a Monza

Una persona che era ricoverata in rianimazione all’ospedale San Gerardo di Monza è stata trovata positiva al coronavirus. Questa persona aveva mostrato crisi respiratorie ed era stato ricoverato a Crema dopo aver dato esito negativo al virus.


11.50 – La Romania impone la quarantena per gli arrivi da Italia

La Romania ha imposto la quarantena per gli arrivi dall’Italia, specialmente dalle Regioni Veneto e Lombardia.


11.45 – Tre nuovi casi a Torino

Sono stati segnalati tre nuovi casi a Torino, si tratta di una famiglia di Cumiana che ha avuto contatti con una persona contagiata a Codogno.


11.30 – Rinviata la partita Torino-Parma

Come da comunicazione, è stata rinviata la partita di calcio di Serie A, Torino-Parma, per evitare il rischio contagi nella popolazione.


11.20 – Zaia: “Primi due casi a Venezia”

“Abbiamo 19 casi contagiati a Vo, oltre 3 persone del personale sanitario a Dolo. La novità sono due signori anziani di Venezia. Dunque ci sono i primi casi anche a Venezia purtroppo. Ora vedremo quali procedure adottare. Voglio dire che gli 8 cinesi, quella che doveva essere la pista per il paziente zero, non hanno dato risposta dai test”, queste le parole del Governatore del Veneto, Luca Zaia.


11.15 – Rinviata la Fiera del Verde a Milano

È stata rinviata la Fiera del Verde a Milano, che si sarebbe dovuta tenere dal 26 febbraio al 28 febbraio. Si tratta del più importante salone del verde che aveva luogo a Milano. La decisione è stata presa dagli organizzatori, in coordinamento con l’amministrazione comunale, dopo gli sviluppi dei casi di contagio in Lombardia.


11.10 – Sileri: “Limitare a due focolai”

“Dipenderà dal numero di focolai, precisi, e che i casi contagiati derivino da quel focolaio. Se riusciamo a cinturare quell’area, lo potremo tenere sotto controllo. Questo dipende dai prossimi sviluppi”, queste le parole del viceministro Sileri.

Sul trattato di Schengen il viceministro ha spiegato la posizione del Governo: “Ogni giorno il nostro livello di guardia potrebbe salire e le eventuali azioni saranno commisurate”.


11.05 – Zaia: “Non esiste il paziente zero”

Sono risultati negativi gli 8 cinesi che erano stati fermati in Veneto. Il governatore della Regione, Luca Zaia, ha spiegato che al momento “non esiste” il paziente zero, che avrebbe contagiato i primi casi nella provincia di Padova. Il non trovare il paziente zero è stato definito “preoccupante” dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha parlato nelle ultime ore sul caso italiano.


11.00 – Sala: “Scuole chiuse a Milano da lunedì”

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha proposto la chiusura delle scuole nel suo comune per una settimana a partire da lunedì. Questa la dichiarazione resa al pubblico negli ultimi minuti, con gli aggiornamenti che ha voluto dare alla stampa il primo cittadino di Milano, dopo i due casi di ieri, che a questo punto sembrano essere confermati.

“Non vogliamo blindare la città”, ha detto Sala durante il punto stampa. Il prefetto di Milano ha chieso la collaborazione dei cittadini, senza scendere nel panico.


10.45 – Più di 100 casi in tutta Italia

Sono confermati più di 100 casi di contagio in tutta Italia. Il maggior numero dei casi di contagio, come riferito da Fontana, è concentrato nella Regione Lombardia, che al momento ha comunicato 89 casi di Covid-19.


10.30 – Sileri: “Normale aumento casi”

“Più tamponi fai, più è facile che troverai delle persone positive”, queste le parole riferite dal viceministro della Salute a SkyTG24. “Quando hai un’influenza, hai una parte di popolazione che risulta già contagiata, perché nessuno intorno è pronto”.


10.05 – Sileri: “I casi aumenteranno”

È evidente che ci saranno altri casi di contagio”, queste le parole del viceministro della Salute, che ha confermato che i nuovi casi erano legati al paziente 1 di Codogno. Si tratta però di due focolai. “Bisogna sperare che i casi rimangano nelle aree confinate. Diversa la situazione se si dovesse creare un nuovo focolaio in un’altra zona”, ha riferito Sileri.

10.00 – Fontana: “Aumentati i casi ad 89”

Sono 89 i casi della Lombardia, come comunicato dal governatore Attilio Fontana, intervistato a SkyTG24. “Si tratta dello stesso focolaio a Codogno, è un dato degli ultimi minuti che mi è arrivato dalla sala operativo. Insieme agli altri casi si superano i 100 casi di contagio”.


9.40 – Positivo 17enne in Valtellina

È risultato positivo un ragazzo di 17 anni della Valtellina: studia in un istituto agrario a Codogno. Questo è uno dei nuovi casi che sono emersi nelle ultime ore e che ora spostano i contagi a nord di Bergamo e Milano.


9.30 – Oggi stop ad eventi in Veneto e Lombardia

Non ci saranno eventi sportivi in Lombardia e Veneto nella giornata di oggi. Inoltre in alcuni paesi sono state vietate le funzioni religiosi ed è stata disposta la quarantena, sorvegliata da forze dell’ordine, come accaduto con il caso della persona “scappata” da Codogno per andare in provincia di Avellino.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,552FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Sondaggi politici elettorali 5 agosto: Fdi guadagna un punto e mezzo dalla Lega

I sondaggi politici elettorali di oggi 5 agosto realizzati da Euromedia Research e pubblicati sul quotidiano "La...

Morto Sergio Zavoli, intellettuale della televisione

Morto nella giornata di ieri Sergio Zavoli, 96 anni, un giornalista molto popolare negli ultimi decenni che ha avuto diversi ruoli in...

Migranti, dal 10 agosto riprendono i rimpatri in Tunisia: 80 persone a settimana

Raggiunto l'accordo con la Tunisia per il rimpatrio dei tunisini, con dei voli charter che riporteranno indietro i migranti arrivati sulle coste...

Spread Btp-Bund oggi 5 agosto: lieve calo a 155 punti base

Lo spread Btp-Bund di oggi 5 agosto ha avuto un calo in apertura a 155 punti base, rispetto ai valori di ieri,...

Altri articoli