Grecia, migranti dalla Siria respinti al confine: scontri con la polizia

La Grecia ha dichiarato che non farà entrare i migranti dalla Turchia

ACQUISTI

Vanno avanti gli scontri al confine greco tra i migranti che arrivano dalla Siria, passando per la Turchia, e la polizia greca. Il governo della Grecia ha dichiarato di non poter sostenere l’ondata di migranti che si prospetta con l’apertura delle frontiere da parte di Erdogan, che nelle ultime ore ha dichiarato di non poter gestire i migranti in arrivo dalla Siria.

Secondo quanto riferito dalla polizia greca, ci sarebbero 1.200 persone che si sono radunate vicino al confine della città di Kastanies. Alcuni migranti sono riusciti a passare attraverso il fiume, ci sono stati scontri con la polizia, che ha usato i gas lacrimogeni. Il ministro della Difesa della Grecia, Nikos Panagiotopoulos, ha spiegato come l’obiettivo di Atene sia quello di impedire il passaggio dei migranti, anche per evitare la creazione di un flusso migratorio che potrebbe portare migliaia di migranti in Grecia.

È intervenuto anche il premier greco Kyriakos Mitsotakis, che ha spiegato come si sia evitata l’entrata di 4.000 persone dal confine greco: “Si tratta del confine europeo, stiamo proteggendo l’Europa”.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img